Patto Greco-Licata si fa, rientra crisi “arcobaleno”: in giunta con Malluzzo e non solo

 
0
Sembra rientrato il caso Licata

Gela. La crisi sembra tamponata, anche se le difficoltà di convivenza politica rimangono. Nella maggioranza del sindaco Lucio Greco, i prossimi potrebbero essere i giorni degli annunci. Il quadro delle nomine, nelle ultime ore, sembra molto più chiaro. Si ritorna alla soluzione iniziale, in giunta toccherebbe all’ex consigliere comunale Cristian Malluzzo e all’ex assessore Giuseppe Licata. Se l’imprenditore non è mai stato in dubbio (sostenuto dai fedelissimi del sindaco Greco), ha invece seriamente rischiato di saltare il ritorno a Palazzo di Città dell’avvocato Giuseppe Licata. Nel fine settimana appena trascorso, gli sponsor dell’ex dem hanno alzato i toni, non gradendo la riapertura dei giochi, dietro alla quale ci sarebbe stato il deputato regionale Michele Mancuso, interessato a piazzare in giunta un esponente dell’area che gravita intorno a Forza Italia. Il suo feeling politico con Greco ha messo in allarme l’area che da mesi guarda all’ingresso di Licata. Adesso, però, il sindaco sembra intenzionato a non rimangiarsi la parola. Salvo nuovi cambi di rotta, dirà sì all’ex assessore, che in campagna elettorale lo ha sostenuto, attraverso il Patto civico, ma anche ad esponenti vicini al presidente della Regione Nello Musumeci (Vincenzo Cascino in primis) e al gruppo di Energie per l’Italia. Pare che l’arrivo in municipio di Licata, sia diretta conseguenza di un patto politico ancora più ampio. Tra le pieghe dell’intesa, sarebbe prevista una staffetta. Licata, anche se le “scadenze” non sono chiare, saprebbe già di dover lasciare il posto ad un altro avvocato, forse Liliana Bellardita, candidata alle amministrative nella lista “Azzurri per Gela”, ispirata da Mancuso (ma che ha messo insieme diversi pezzi di centrodestra e civismo locale). Un puzzle a più dimensioni, che poteva finire in mille pezzi e che si deve misurare anche con le deleghe da assegnare. Verranno trasferite ai nuovi da qualche assessore già in carica (si pensa ad Ivan Liardi, Grazia Robilatte e Terenziano Di Stefano). L’alleanza “arcobaleno” del sindaco, che va dai dem fino ai forzisti di Mancuso, si regge su equilibri sensibili e anche la lunga strada verso l’allargamento della giunta l’ha abbondantemente dimostrato.

L’ultimo innesto, dovrebbe essere quello di Francesco Trainito. L’imprenditore, che alle amministrative è stato parte attiva nel movimento “Gela città normale” (nell’alleanza di Greco), pare aver vinto la concorrenza per la poltrona di nuovo amministratore delle Ghelas. Non ci sono ancora firme sulle nuove nomine, ma il cerchio sembra chiuso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here