Paura Covid in città, Greco: “Preoccupato ma per ora nessuna chiusura”

 
1
I controlli della municipale in centro storico durante il lockdown

Gela. “Se fosse necessario, non mi tirerò indietro nel disporre nuove chiusure. Ad oggi, però, chiedo a tutti prudenza e il rispetto delle misure. Mascherina sempre, igenizzante e distanziamento sociale”. Il sindaco Lucio Greco prende atto dell’impennata di contagi che si è registrata in città negli ultimi giorni. E’ stata abbondantamente superata quota quaranta. “Sono molto preoccupato, e percepisco altrettanta preoccupazione da parte dei miei concittadini. E’ legittimo – dice – dato che nemmeno durante il lockdown abbiamo raggiunto questi numeri, ma posso garantire che sono costantemente in contatto con Asp e prefettura e che, se dovesse profilarsi la necessità di imporre nuove chiusure, non mi tirerò indietro. Queste, però, sono decisioni che riguardano le vite di molte persone, e non possono assolutamente essere prese a cuor leggero. La Dad che tanti invocano dev’essere l’ultima spiaggia, idem lo stop alle attività commerciali, perchè già tante famiglie sono in ginocchio a causa di questa emergenza. La paura è normale, ma non ci deve sopraffarre o alla fine conteremo più morti di crisi che di virus. Ad oggi, sebbene molto delicata, la situazione non è tale da spingere ad una nuova quarantena obbligatoria per tutti, il sistema sanitario regge e basta un po’ di cautela per arginare l’avanzata del Covid-19”.

Greco spiega che sono in atto controlli, ma gli appelli alla cautela sono spesso caduti nel nulla e con il contagio in atto la situazione potrebbe aggravarsi. Solo ieri, sono stati accertati otto positivi, compresa una donna in stato di gravidanza. “I controlli ci sono, le multe sono scattate, ma di certo non possiamo monitorare casa per casa o strada per strada. Quindi, ancora una volta, mi appello ad ognuno, mascherina, sempre e ovunque. Disinfettante e pulizia, distanziamento fisico e tanta prudenza. La Sicilia, lo ha detto anche il governatore Musumeci nelle ultime ore – dice ancora Greco – non vuole un nuovo lockdown e io aggiungo che non se lo può nemmeno permettere. L’emergenza sociale è dietro l’angolo e per fermarla dobbiamo impegnarci tutti”.

1 commento

  1. Poverino, è preoccupato… Ma non vuole nuove chiusure, vuole solo tamponare tutti, anche le papaie e le gazze ladre. Guarda, io non ho mai fatto uso ne di mascherine, ne di disinfettanti e manco di distanziamento sociale. Abbraccio e bacio tutti che vogliono essere abbracciati e baciati. Ciao nee.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here