Presunte violazioni ambientali a Timpazzo, in Cassazione cadono accuse contro ex funzionari Ato

 
0
La discarica Timpazzo tra gli impianti gestiti da Ato

Gela. I fatti risalgono al periodo compreso tra 2010 e 2011, quando vennero accertate presunte irregolarità nell’attuazione delle misure di prevenzione ambientale all’interno della discarica Timpazzo. Due ingegneri erano stati condannati, perché ritenuti responsabili delle violazioni. La Corte di Cassazione, però, ha accolto i ricorsi presentati dalle difese. L’annullamento senza rinvio è stato deciso per l’ex commissario Ato Francesco L., facendo venire meno l’unico capo di imputazione che gli veniva contestato. Stessa decisione arrivata nei confronti dell’allora responsabile tecnico della discarica, Grazia C. Nei suoi confronti, inoltre, i giudici romani hanno disposto l’annullamento con rinvio alla Corte d’appello di Caltanissetta, che dovrà valutare l’assoluzione nel merito per l’accusa legata al periodo del 2011.

I giudici romani hanno accolto i ricorsi presentati dai legali di difesa, gli avvocati Giacomo Ventura e Antonio Gagliano. Per le difese, non ci sarebbero state irregolarità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here