Prevenzione tumori, l’Asp punta al riavvio del Pap-test con personale dedicato

 
0
Il direttore Sanitario dell'Asp Cl2, Marcella Santino.

Gela. Gli esami di prevenzione del tumore del collo dell’utero rientrano tra le priorità del management dell’Asp di Caltanissetta, pertanto dopo la pausa estiva il servizio fermo da due mesi sarà riattivato. Ad affermarlo è Michele Palmeri, dirigente medico dell’unità operativa di Ostetricia e ginecologia, dopo avere incontrato Marcella Santino, il direttore sanitario dell’Asp Cl2 che ne aveva decretato l’avvio nel 2015 parlando di “importanza strategica per l’azienda”.

“La prevenzione è uno degli aspetti che contraddistingue l’Asp di Caltanissetta a livello regionale – spiega il primario di ostetricia presso il presidio ospedaliero Vittorio Emanuele – ecco perché la riorganizzazione porterà alla stabilizzazione del servizio. L’attuale direttore generale, Alessandro Caltagirone – assicura Palmeri – vuole garantire la presenza di personale dedicato per gli screening del Pap-test senza ricorrere allo straordinario, come invece avveniva precedentemente”. Da alcuni mesi, però, l’ambulatorio al terzo piano dell’ospedale di via Palazzi non ospita più l’importante esame gratuito di prevenzione per le donne di età compresa tra i 25 e 64 anni. “Non si è trattato di una sospensione del servizio – evidenzia Michele Palmeri – ma di una vera e propria riorganizzazione dell’esame di prevenzione del tumore del collo dell’utero durante la pausa estiva”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here