Pro-Greco attendono scelte, FI non esclude secondo assessore: nome proposto a sindaco

 
0
Pepe ha incontrato il sindaco e i vertici del partito attendono che l'avovcato si pronunci

Gela. Questa mattina, c’è stato un incontro, anche se soprattutto tecnico, tra il sindaco Lucio Greco e la sua maggioranza. L’avvocato, in realtà, pare che nell’ultimo periodo interlocuzioni con i suoi ne abbia avute, nonostante le emergenze, a partire da quella che riguarda Timpazzo. Ci sarebbero stati incontri con diversi consiglieri, probabilmente per sondare il campo, in vista di possibili cambi in corsa, forse anche in giunta. Sicuramente, c’è la necessità di stilare impegni che portino a fine mandato, senza troppi scossoni. L’avvocato può sicuramente contare sui civici e su partiti come l’Udc e Italia Viva. I forzisti, che sono stati tra i primi a credere nell’alleanza “arcobaleno”, continuano a non fare passi indietro nel rispetto del patto, ma allo stesso tempo vogliono avere un ruolo, che non sia troppo nelle retrovie, soprattutto considerando gli accordi iniziali. La scorsa settimana, un incontro informale c’è stato tra Greco e il commissario cittadino azzurro, Vincenzo Pepe. Il commissario forzista, dal momento del suo insediamento, sta monitorando i rapporti con l’amministrazione comunale, in stretto contatto con il gruppo consiliare e con l’assessore, in quota Forza Italia, Nadia Gnoffo. I forzisti, come più volte spiegato dal deputato regionale Michele Mancuso, non rinunciano, nel caso di una “revisione” di giunta, ad una possibile seconda rappresentanza. Greco ha chiesto una rosa di nomi e tra questi il gruppo locale appoggia l’eventuale ingresso in giunta dell’ex consigliere comunale Francesca Caruso. “C’è stata chiesta una rosa di nomi e noi l’abbiamo proposta – dice Pepe – chiaramente, sarà il sindaco a decidere e noi attendiamo le sue scelte”.

Il gruppo cittadino di Forza Italia, che deve fare anche da collante con il governo regionale, non sembra intenzionato ad aprire fronti di crisi, come lo scorso anno si verificò sull’asse Greco-Pd. Il partito però, come più volte ribadito dai vertici locali, continua a ritenere che le intese politiche vadano rispettate e attende che Greco si pronunci, magari sbloccando la vicenda del secondo assessorato e fornendo un quadro completo del programma amministrativo da mettere in campo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here