Racket, furti, usura, incendi, ecco l’elenco degli arrestati nel blitz di stanotte “Inferis”

 
0

Gela. Sono 28 le misure cautelari eseguite dalle squadre Mobili di Asti e Pavia, in esecuzione di provvedimento emesso dal Gip del Tribunale di Caltanissetta, su richiesta della Procura antimafia di Caltanissetta.

In particolare, sono state eseguite 24 ordinanze di custodia cautelare in carcere a carico di Giuseppe Alferi, 49 anni, detenuto presso la Casa circondariale “Siano” di Catanzaro; Nunzio Alferi, 26 anni, detenuto presso la Casa circondariale di Caltanissetta; Carmelo Sebastiano Alfieri, 63 anni; Vincenzo Alfieri di 38 anni,  Sebastiano Massimo Alfieri, 40 anni; Gaetano Davide Alfieri, 36 anni, detenuto presso la Casa circondariale di Gela; Maria Azzarelli, 45 anni; Vincenzo Azzarelli, 46 anni; Salvatore Azzarelli, 35 anni, detenuto presso la Casa circondariale di Voghera; Giuseppe Biundo, 33 anni; Vincenzo Burgio, 43 anni; Giuseppe Caci, 30 anni;  Rosario Consiglio, 46 anni; Francesco D’Amico, 51 anni;  Giovanni D’Amico, 41 anni; Francesco Giovane, 26 anni;  Rosario Moscato, 21 anni; Luigi Nardo, 30 anni;  Giuseppe Palmieri, 21 anni; Orazio Pirone, 26 anni; Angelo Pirone, 31 anni; Fabio Russello; 31 anni, detenuto presso la Casa circondariale di Gela; Gianfranco Turco, nato a Desio, 38 anni, detenuto presso la Casa circondariale di Gela 24;  Paolo Vitellaro, 22 anni.

Arresti domiciliari per Antonella Bignola, 38 anni; Salvatore Fidone, nato a Niscemi, 45 anni; Domenico Rocca, nato ad Asti, 40 anni; Giuseppe Vinci, 39 anni. Devono risponde a vario titolo di fare parte dell’associazione “gruppo Alfieri”, da qualificare di tipo mafioso, perché i suoi appartenenti si avvalgono della forza intimidatrice del vincolo associativo e della condizione di assoggettamento e di omertà da esso derivanti per commettere delitti di ogni genere e, principalmente estorsioni, furti, danneggiamenti col fuoco, usura, occupazione abusiva di immobili ed altri ancora.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here