Rifiuti, opposizione fa breccia tra i pro-Greco: passa rinvio, “prima tavolo su assunzioni”

 
0

Gela. Toccata e fuga. Del nuovo servizio rifiuti si tornerà a parlare solo dopo l’election day. Questa sera, in consiglio comunale, con una mossa a sorpresa, l’opposizione è riuscita a far passare la proposta avanzata dal capogruppo di Fratelli d’Italia Vincenzo Casciana e sostenuta dall’intero drappello. L’assise civica, prima di esprimersi sugli atti del nuovo servizio, attenderà che tutte le parti, comprese l’amministrazione comunale e Impianti Srr (la società in house che ha ottenuto l’affidamento), si possano confrontare nel corso di un tavolo già fissato per il 27 settembre. In aula, si tornerà il giorno successivo. Nel corso di quella riunione, bisognerà adottare una linea chiara sui bandi per le assunzioni a tempo indeterminato che Impianti Srr ha fatto pervenire ai sindacati e inoltre si dovrebbe sciogliere il nodo su un’eventuale nuova proroga a Tekra, dato che i tempi per l’avvio entro ottobre del nuovo servizio non sembrano esserci. La proposta dell’opposizione ha fatto breccia anche tra le fila della maggioranza. Si sono astenuti il presidente del consiglio Salvatore Sammito, Giuseppe Guastella e Salvatore Incardona. A favore della proposta di rinvio, invece, l’altro consigliere di maggioranza Diego Iaglietti. Davanti a tanti lavoratori del servizio, presenti in aula, la proposta di rinvio è passata con otto sì, sette no e tre astenuti. Sicuramente, dopo le pesanti critiche rivolte all’opposizione che ieri non era in aula nel corso della prima seduta sugli atti del servizio rifiuti, per la maggioranza si è trattato di uno stop inatteso. L’intenzione sembrava quella di approvare subito la presa d’atto, per poi presentarsi al confronto con Impianti e la Srr4. I programmi, probabilmente, dovranno cambiare. A questo punto, è sempre più probabile una nuova proroga a Tekra, in attesa di definire aspetti salienti del nuovo servizio, con in testa i bandi per le assunzioni. Sindacati e lavoratori si sono già dichiarati contrari a qualsiasi forma di assunzione tramite agenzie interinali.

“Chi ha votato per il rinvio – dice il segretario Ugl Andrea Alario presente in aula insieme ai lavoratori – ha dimostrato grande senso di responsabilità, comprendendo i timori di questi lavoratori e delle loro famiglie. Prima, bisogna definire i parametri per il passaggio alla Impianti”. “Le assemblee continuano e lo sciopero è confermato – fanno sapere i segretari di Usb, Fit-Cisl e Filas a loro volta presenti in aula – il rinvio è positivo perché avremo maggiore possibilità di definire aspetti ancora molto dubbi e ci saranno sicuramente delle novità. Il consiglio potrà riunirsi nuovamente, ma questa volta con dati più precisi e conclusioni chiare, a tutela dei lavoratori”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here