Ritardi e pratiche ferme all’urbanistica, Licata: “Farruggia apocalittica”

 
0
L'assessore Licata parla di confronto con gli ordini professionali

Gela. Una disamina “apocalittica”, così la definisce l’assessore Giuseppe Licata, riferendosi a quanto sostenuto ieri dal consigliere pentastellato Virginia Farruggia, fortemente preoccupata dall’attuale situazione degli uffici comunali dell’urbanistica. Poco personale, ritardi nelle pratiche per l’accesso all’ecobonus 110 per cento e misure anti-Covid piuttosto blande, sono le pesanti incognite accertate dal consigliere. Tutti punti che Licata non nega, anche se cerca di ridimensionare. Il consigliere Farruggia ha inoltre parlato di un assessore, senza vere soluzioni concrete da attuare. “Non posso certo smentire e dire che va tutto bene, ma, allo stesso modo, non posso fare a meno di dire che è consuetudine della consigliera Farruggia essere ‘apocalittica’. Ad ogni modo, per prima cosa quello che mi preme fare è ringraziare il personale oggi in forza all’urbanistica, che sta facendo sacrifici e straordinari per garantire i servizi alla città. Già da lunedì – dice Licata – a loro si unirà una nuova unità operativa che andrà a svolgere proprio le funzioni di archivista, mentre per quanto riguarda il protocollo telematico è un problema che riguarda tutto l’ente e di cui come amministrazione ci stiamo facendo carico. Nell’ottica della digitalizzazione dei servizi rientra, infatti, anche questo aspetto. Per quanto riguarda, invece, il problema degli uffici chiusi e senza controlli antiCovid, vorrei specificare che si è posto solo dal momento in cui è scattata l’emergenza a causa dei vigili urbani trovati positivi al virus Sars-Cov-2. Com’è noto, infatti, nei giorni a seguire tutti i dipendenti comunali si sono dovuti sottoporre al tampone e questo ha comportato disagi e mancanza di controlli, ma tutto ora è tornato alla normalità. Alla consigliera pentastellata vorrei dire, invece, che le soluzioni ci sono e vanno condivise, tant’è che mi confronto costantemente con gli ordini professionali e non solo”.

Secondo l’assessore, la soluzione va individuata nel confronto con gli ordini professionali, sempre più in diffcoltà con uffici ai minimi. “Farruggia, nella sua qualità di architetto, fa finta di non sapere che il sottoscritto da quando è assessore è costantemente impegnato nell’ascolto degli ordini professionali e dei privati cittadini, in cerca di soluzioni per migliorare lo sportello unico dell’edilizia. Cosciente dell’importanza del super ecobonus 110 per cento, mi sono impegnato ad attrezzare un ufficio che si interfacci con privati, imprenditori e tecnici al fine di rendere agile ed efficace la misura. L’obiettivo dell’amministrazione – conclude – è quello di perseguire un reale processo di ammodernamento del servizio. Punto ad un settore completamente informatizzato, che ci consenta di snellire al massimo tutta la parte amministrativa, fornendo servizi migliori e veloci soprattutto ai professionisti e, di riflesso, ai cittadini. Nelle more, ribadisco di essere sempre disponibile ad un nuovo confronto con la consigliera pentastellata e l’intero consiglio comunale”. Informatizzazione e più risorse per gli uffici, ad oggi, sono obiettivi ancora molto lontani.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here