Rmi non vaccinati, “il Comune paghi i tamponi”

 
0
I lavoratori ex Rmi

Gela. Hanno deciso di non vaccinarsi, ma senza green pass non possono accedere in municipio. Questa mattina, un gruppo di lavoratori ex Rmi si è riunito davanti a Palazzo di Città. Da anni, lavorano per conto del Comune e chiedono che sia l’ente a coprire il costo dei tamponi. “La nostra indennità non supera i cinquecento euro al mese e non possiamo permetterci il costo di tamponi periodici”, hanno spiegato i lavoratori.

Ritengono, inoltre, che non essendo dipendenti comunali Palazzo di Città non possa imporgli l’obbligo del green pass. In municipio, con l’avvio della nuova disciplina in materia, i controlli sono stringenti e anche diversi dipendenti, non vaccinati, hanno scelto di non presentarsi. Gli Rmi sono impegnati in progetti lavorativi, coperti dalla Regione, ma non sono mai stati stabilizzati né possono godere di ferie o periodi di malattia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here