“Scuole e mercato chiusi”, Trainito: “Di Stefano? Al sindaco non serve essere difeso”

 
1
Trainito chiede prudenza

Gela. L’emergenza Covid sta mettendo a dura prova la tenuta politica della maggioranza del sindaco Lucio Greco. Una parte degli alleati dell’avvocato ha espressamente bocciato le ultime scelte, dal tenere aperte le scuole alla ripresa del mercato settimanale. La “ricetta” Greco è stata pesantemente contestata dalla commissione consiliare sanità, presieduta da Rosario Trainito, dello stesso gruppo politico del primo cittadino, e composta anche da altri consiglieri di maggioranza. Ieri, il vicesindaco Terenziano Di Stefano ha parlato di attacchi che puntano a creare “disomogeneità”. Per l’assessore bisogna finirla con il “teatro politico di bassa manifattura”. Il presidente della commissione Rosario Trainito non si tira indietro e difende le posizioni espresse. “Non capisco perché il vicesindaco Di Stefano, ogni volta, si senta in dovere di intervenire – spiega – non mi pare che il sindaco abbia bisogno di avvocati difensori. Quello che è emerso dall’attività di verifica della commissione è il prodotto di valutazioni fatte da consiglieri che sono operatori del settore medico e sanitario. Questo dovrebbero ricordarselo sia il sindaco che l’assessore Cristian Malluzzo. Abbiamo chiesto di essere coinvolti nel confronto con i dirigenti delle scuole e ovviamente non è stato fatto. Personalmente, non sono un fautore della didattica a distanza, ma in una fase come questa è la scelta da fare. La linea del contagio in città è preoccupante. Servono sacrifici da parte di tutti. Non posso accettare che il sindaco dica che le scuole non si possono chiudere, in tanti altri Comuni lo hanno fatto. Purtroppo, bisogna prendere atto che in questo periodo le scuole possono essere fonte di contagio e diffonderlo. Le mie non sono critiche politiche. Ho fatto rilevare preoccupazioni che sono delle famiglie e degli operatori. Probabilmente, abbiamo esagerato a parlare di commissariamento qualora il sindaco decidesse di andare avanti con questa linea. E’ anche vero che tante mamme mi contattano e ora anche il gruppo social nato a supporto della didattica a distanza è sempre più ampio. L’ho detto più volte, sono stato votato dai cittadini, a differenza di altri. Vorrei che anche le mie valutazioni, da persona libera, potessero essere prese in considerazione. Prima di tutto devo rendere conto alla città e agli elettori”. La commissione sanità e istruzione, dalla prossima settimana effettuerà sopralluoghi nelle scuole.

“Dire che tutto va bene mi pare troppo semplicistico – aggiunge – vogliamo verificare quale sia lo stato degli istituti e il rispetto delle misure”. La commissione sanità, così come quella sviluppo economico (presieduta da Rosario Faraci), aveva già chiesto un passo indietro al sindaco sulla riapertura del mercato settimanale. “Il riavvio del mercato è una decisione incoerente – spiega ancora il presidente Trainito – come fa il sindaco a vietare l’ingresso nei cimiteri e dopo pochi giorni ad autorizzare la riapertura del mercato settimanale e a confermare che le scuole non chiuderanno? Mi pare anche in questo caso che ci sia poco equilibrio nelle scelte”. Tutti punti che finiscono sul tavolo di una maggioranza che deve fare i conti con l’emergenza, ma da posizioni spesso in evidente conflitto. Il sindaco ha scelto la fermezza, ma anche gli alleati “critici” non sono da meno.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here