Siragusa, “con gara ancora non assegnata vogliono cambiare regolamento trasporto disabili?”

 
1
Siragusa ritiene che il regolamento sul trasporto disabili non vada modificato

Gela. Il suo nome ma anche il lavoro (politico) condotto dall’ex sesta commissione consiliare, in Comune sono stati richiamati, proprio negli ultimi giorni. La commissione affari generali del municipio ha deciso di affidarsi al regolamento sulle strisce blu del 2017, quello che venne portato in aula consiliare da Guido Siragusa e Sandra Bennici, allora esponenti del “Polo Civico”. Ma non solo, dato che tra le urgenze dell’assise civica potrebbe a breve materializzarsi una consistente modifica del regolamento sul trasporto disabili, anche questo legato all’azione politica di Siragusa e del gruppo di consiglieri che lo portarono a termine. “Il nostro regolamento sul trasporto disabili – spiega – partiva da un’idea politica, che posso definire di sinistra. L’obiettivo è sempre stato accorpare due servizi, quello obbligatorio per legge e quello non obbligatorio. Solo in questo modo, si può avere trasparenza e qualità. Vorrei ricordare che il trasporto non obbligatorio è ormai fermo a tempo indeterminato, interrompendo una tradizione di supporto ai diversamente abili che in città si è mantenuta per circa trent’anni. Adesso, invece, cosa si vuol fare? Vogliono cambiare il regolamento, approvato con tutti i pareri favorevoli dei dirigenti, mentre la gara non è stata ancora assegnata? Sarebbe come cambiare le regole in corso d’opera. Se fossi consigliere comunale, non lo farei. Poi, ognuno si assume le proprie responsabilità. Ricordo che fin dall’inizio ci furono lamentele da parte di qualche consigliere comunale”. Dietro alle possibili modifiche potrebbero esserci spinte politiche e Siragusa, attuale dirigente locale del Pd, lo fa capire. Anche sulla sosta a pagamento, però, si è rischiato il tilt istituzionale. Per mesi, i componenti della commissione affari generali, presieduta da Vincenzo Casciana di “Libera-Mente”, hanno cercato di dare una nuova fisionomia alla disciplina. Sul finire della settimana, però, hanno messo nel cassetto le carte prodotte e in aula arriverà il regolamento del 2017, quello appunto di Siragusa e Bennici. Cosa sia accaduto non è ancora molto chiaro, probabilmente lo spiegheranno in consiglio.

“Mi fa piacere che la commissione abbia deciso di riprendere quel regolamento – spiega ancora Siragusa – riuscì a passare le Forche Caudine del parere del dirigente e fu una battaglia condotta dal consiglio comunale. E’ una disciplina che rivaluta la sosta nella zona B e assicura la circolarità del traffico in centro. Soprattutto, ci interessava rendere appetibile il parcheggio Arena. Abbatte ogni sistema arcaico di pagamento e guarda ad un modello evoluto. Anzi, apprezzo quanto sostenuto dal consigliere comunale Paola Giudice, che intende intervenire con modifiche che possano agevolare i diversamente abili. Onestamente, sono rimasto allibito quando ho appreso che il commissario straordinario l’aveva del tutto modificato, reintroducendo sistemi superati e non adatti alle esigenze dei cittadini”. L’ultimo appunto Siragusa lo fa all’attuale vicesindaco Terenziano Di Stefano. “Lo contatterò, da semplice cittadino e da amico – conclude – per chiedergli le ragioni della mancata attuazione di un altro regolamento, che ritengo fondamentale, quello sulla gestione degli impianti sportivi. Prevede parametri di assoluta trasparenza, in una materia troppo spesso lasciata alla libera iniziativa istituzionale”.

1 commento

  1. Ma Siragusa ancora parla di politica?forse non ha ancora capito che il popolo a questo consigliere(che ha fatto più danno che altro)non vuole nemmeno sentirlo nominare. Santa pazienza

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here