Spari al “Gb oil”, ferito operatore 118: Mud, “nessuna salvaguardia per soccorritori”

 
0

Gela. Durante quei terribili minuti, anche un operatore del 118, intervenuto per i primi soccorsi ai feriti, è stato raggiunto di striscio da uno dei proiettili sparati dalla 7,65 impugnata dal trentaquattrenne Paolo Quinto Di Giacomo. L’operatore si è trovato in mezzo agli spari, esplosi nel piazzale della stazione di servizio “Gb oil”. Una situazione di totale insicurezza per il personale sanitario che viene denunciata dal Mud 118 Sicilia. I rappresentanti del direttivo regionale parlano di “disdegno” e condannano quanto accaduto, esprimendo solidarietà all’operatore dell’equipaggio Charlie 7. “I soccorritori del 118 non hanno nessuna salvaguardia civile, contrattuale o politica”.

Secondo i rappresentanti del Mud, ad oggi il tema della tutela dei soccorritori del 118 è totalmente fuori dagli interessi delle istituzioni e della politica. “C’è qualche dirigente che vuole capire se sia possibile applicare misure a garanzia della categoria?”, aggiungono. Dopo quanto accaduto alla stazione di servzio, lo stesso appello il Mud lo inoltra alla politica, in attesa di avere vere garanzie.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here