Spiagge sporche e rifiuti ovunque, l’allarme da Manfria: “Totale disinteresse”

 
2
Le spiagge della frazione balneare in condizioni precarie

Gela. La stagione estiva è entrata nel vivo, ma a Manfria l’emergenza è normalità. Strade non asfaltate, rifiuti abbandonati e spiagge invase da resti di ogni tipo, compresa la vegetazione spontanea. Nessuno interviene e l’allarme viene rilanciato, per l’ennesima volta, dai componenti del Comitato autonomo Torre di Manfria. Il presidente Davide Catania e gli altri componenti hanno nuovamente scritto al sindaco. “Fino ad ora, solo belle parole – dice Catania – ma non servono ad evitare fenomeni indecorosi. Ci sono punti dove oramai le piccole discariche abusive si stanno trasformando in vere e proprie zone a rischio per la salute dei residenti e non solo. Chiediamo a gran voce anche il diserbamento delle strade, invase dalle erbacce”.

Ma la situazione non è migliore lungo le spiagge della zona. “C’è un totale disinteresse da parte dell’amministrazione comunale – spiega ancora Catania – i resti portati dalle mareggiate invernali sono ovunque. Mancano cestini per i rifiuti e da tempo chiediamo le isole ecologiche. Purtroppo, senza interventi, c’è ancora chi preferisce abbandonare la spazzatura lungo le strade. Vorrei ricordare al sindaco e ai suoi assessori, che anche Manfria e Piano Marina sono aree che fanno parte della città”.

2 Commenti

  1. non glie ne frega a nessuno di manfria….alle prossime elezioni ricordiamolo…non c’e’ un atto della giunta o del consiglio comunale che interessi manfria o roccazzelle che tenti di valorizzare la zona…

  2. Gela, un posto ricchissimo di storia, archeologia, siti naturali, splendide spiagge, ottima gastronomia, gente ospitale, onesta e operosa che continua ad essere gestito malissimo e relegato alla periferia estrema. Mi dispiace, spero che la gente cambi in fretta, deve assolutamente risorgere.

Rispondi a Jako Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here