Spunta una direzione obbligatoria e parte la protesta a Manfria: Casano, “convocare subito Anas”

 
0
La nuova segnaletica

Gela. Direzione obbligatoria e chi volesse raggiungere la città, partendo dalla zona a ridosso di Manfria e Roccazzelle, sarà costretto ad allungare il tragitto. La nuova segnaletica è stata appena apposta ma ha già fatto scattare le prime proteste dei residenti. Per chi vive nella zona, infatti, sarà difficile organizzare il tragitto, dato che l’unica soluzione è l’uscita a destra e non quella a sinistra, verso la città. Lo stesso dicasi per le auto che arrivano dalla 115, che non potranno accedere direttamente.

La nuova segnaletica. “Così, vengono danneggiate le circa cento famiglie che vivono in zona – dice il consigliere comunale Carmelo Casano – già domani, contatterò il sindaco. Bisogna subito convocare i tecnici Anas. E’ previsto il progetto per una rotatoria. Invece, cosa fanno quelli di Anas? Inseriscono una direzione obbligatoria, allungando enormemente il tragitto per chi volesse arrivare in città. E’ assurdo. Parliamo di un’area, che è sempre al centro di tanti disagi, e adesso si aggiunge pure questa beffa. Chi non rispettasse la cartellonistica, nel caso di un eventuale incidente avrebbe pure torto”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here