Strisce blu, dubbi sulle modifiche alle tariffe attuali: commissioni convocano Di Stefano

 
0
Molti dubbi anche sull'assenza dei parcometri

Gela. Il consiglio comunale, dopo le polemiche successive all’avvio del servizio di sosta a pagamento, ha intenzione di apportare modifiche sostanziali al regolamento. Le strisce blu sono state riattivate tra lo scetticismo generale, con tariffe differenziate da zona a zona, senza parcometri e con poche soluzioni per i residenti. Prima di arrivare in aula, con la seduta fissata per il prossimo lunedì, il regolamento (che solo pochi mesi fa è stato approvato dal commissario straordinario) è sui tavoli delle commissioni affari generali e bilancio. Il vero punto interrogativo rimane quello delle tariffe. I consiglieri mirano ad una modifica, con effetto immediato. Dalle verifiche, però, sembra proprio che un intervento di questo tipo non sia possibile. Incidere sulle tariffe significherebbe variare previsioni di incasso, già previste nel bilancio 2019. Se ne dovrebbe riparlare, quindi, solo dall’1 gennaio 2020. La questione è stata sollevata nel corso degli approfondimenti avviati dalle commissioni. Il consigliere comunale di “Avanti Gela” Salvatore Scerra e l’indipendente Paola Giudice, componenti della commissione affari generali, hanno chiesto chiarimenti al dirigente Alberto Depetro. Hanno spiegato che interventi di variazione tariffaria non sono possibili, con un bilancio di previsione già approvato. “Non è una soluzione immediatamente attuabile – spiega Scerra – l’abbiamo fatto presente. Potrebbero scattare solo dall’anno prossimo. Sarebbe importante assicurare anche una tariffa residente-famiglia, che consenta l’uso di un pass per un massimo di tre targhe, per andare incontro alle esigenze dei nuclei familiari”.

I presidenti Vincenzo Casciana e Valeria Caci, prima di rilasciare parere, hanno deciso di convocare in audizione l’assessore Terenziano Di Stefano. “Ritengo che le soluzioni ci siano – dice Casciana – adesso, le valuteremo insieme all’assessore. Non credo che si arriverà a rilasciare un parere condiviso da tutti i componenti”. Anche in commissione bilancio attendono di avere indicazioni dall’amministrazione comunale, nel corso dell’audizione di Di Stefano. “Questo aspetto delle tariffe va verificato con molta attenzione – dice Valeria Caci – per questo motivo, abbiamo deciso di chiedere un incontro con l’assessore”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here