“Sulle aree Zes fare chiarezza”, commissione punta ad incontro dopo sì della Regione

 
0
Ad inizio agosto è stata ufficializzata la perimetrazione delle Zes

Gela. L’inserimento tra le Zone economiche speciali è stato ufficializzato dalla Regione ad inizio agosto. L’area industriale locale rientra tra le Zes della Sicilia orientale. Sulla carta, si tratta di un provvedimento importante, che potrebbe attirare l’interesse di investitori, alla ricerca di un regime fiscale di favore e di una serie di agevolazioni. Nel passato, anche piuttosto recente, non sono però mancati casi analoghi, finiti con un nulla di fatto. Anche i “mirabolanti” esiti dell’area di crisi industriale e dell’accordo di programma sono un campanello d’allarme da non sottovalutare. Per questo motivo, i componenti della commissione sviluppo economico, presieduta da Rosario Faraci, hanno chiesto al vicesindaco Terenziano Di Stefano di organizzare un incontro ufficiale. Vogliono avere dettagli precisi, soprattutto rispetto alle aree effettivamente ricomprese nel perimetro della Zes locale. “Siamo convinti sia importante fare chiarezza – dice il vicepresidente della commissione Luigi Di Dio – bisogna dare tutte le informazioni necessarie”.

I consiglieri hanno spinto, inoltre, per ottenere uno sblocco sul prezzo di cessione delle aree artigianali e industriali, ricomprese negli spazi ex Asi. Mirano ad una risposta ufficiale dalla Regione. Rispetto ad altre aree industriali dell’isola, il prezzo di cessione di quelle locali è molto più elevato (un’anomalia già segnalata dal vicepresidente durante la precedente consiliatura). Un fattore che, secondo Faraci, Di Dio e gli altri componenti Pierpaolo Grisanti, Virginia Frruggia ed Emanuele Alabiso, potrebbe disincentivare i pochi gruppi, magari interessati ad operare sul territorio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here