Tentata rapina al “Fortè”, minore arrestato chiede scarcerazione: proposto ricorso

 
0
I poliziotti l'hanno arrestato davanti al supermercato

Gela. Chiederà ai giudici del riesame di Caltanissetta di lasciare l’istituto penale dove è stato trasferito subito dopo l’arresto. Il minore bloccato con l’accusa della tentata rapina al supermercato “Fortè”, alla Cittadella, ha deciso di proporre ricorso, per il tramite del suo legale di fiducia, l’avvocato Joseph Donegani. La relativa richiesta è stata depositata. Per la difesa, non ci sono condizioni che possano giustificare la reclusione del minore, che si è scusato per quanto accaduto. Al gip che lo ha interrogato, ha spiegato di aver tentato il “colpo” solo perché avrebbe voluto dare un aiuto economico alla famiglia. La sorella dovrebbe sostenere un delicato intervento chirurgico, che solo in una clinica privata lombarda è possibile effettuare. Impugnando una pistola giocattolo, ha cercato di portare via l’incasso, probabilmente per farlo poi avere alla famiglia, comunque all’oscuro di tutto. Il giovane è stato bloccato da un cittadino nigeriano, che spesso aiuta i clienti dell’attività commerciale.

L’ha fermato e i poliziotti del commissariato, subito dopo, hanno arrestato il giovane rapinatore, che negli scorsi giorni ha avuto l’autorizzazione a sostenere la prova orale degli esami di scuola media.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here