Tentata rapina “Fortè”, minore ai domiciliari in famiglia: “Ora frequenti la scuola”

 
0
Il giovane ha tentato di rapinare il supermercato "Fortè"

Gela. Negli scorsi mesi, ha tentato di rapinare il supermercato “Fortè” alla Cittadella. Bloccato da un migrante nigeriano e poi arrestato dai poliziotti del commissariato, il minore che si presentò impugnando una pistola giocattolo ora lascia la comunità, nella quale era stato trasferito. I giudici del tribunale minorile di Caltanissetta hanno accolto la richiesta della difesa, sostenuta dall’avvocato Joseph Donegani. Il giovane continuerà a scontare i domiciliari nell’abitazione di famiglia. A breve, dovrà presentarsi dal giudice. Il legale ha chiesto la sostituzione della misura, soprattutto per consentirgli di ritornare in famiglia e frequentare la scuola. I magistrati gli hanno posto l’obbligo di recarsi assiduamente a scuola e formarsi, superando quanto accaduto.

Subito dopo l’arresto, ha spiegato di aver tentato il colpo per avere soldi da mettere a disposizione della famiglia, che doveva sostenere le spese di un intervento chirurgico, necessario alla sorella, ma effettuabile solo in una clinica privata della Lombardia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here