Tentata rapina in un supermercato, erano armati: Frazzitta respinge accuse

 
0

Gela. Ha negato ogni responsabilità. Il ventunenne Piero Francesco Frazzitta, già detenuto per una lunga serie di furti, “spaccate” e rapine, ha spiegato di non aver preso parte al tentato colpo al supermercato “Paghi poco”, in via Venezia. Il suo nome l’ha fatto un altro giovane, arrestato poche settimane fa dai carabinieri, il ventiduenne egiziano Said Chaban Tamraz. Il nordafricano, accusato a sua volta di una tentata rapina ai danni di una donna, avrebbe spiegato agli investigatori di aver agito anche all’interno del market, spalleggiato da Frazzitta. Il gelese, difeso dall’avvocato Davide Limoncello, davanti al gip ha negato di conoscerlo.

Secondo la versione resa, non avrebbe mai fatto irruzione nel supermercato. Tra l’altro, il colpo sarebbe fallito, perché uno dei dipendenti riuscì a mettere in fuga i rapinatori. L’azione ricostruita dagli investigatori risale allo scorso anno. Frazzitta è già stato destinatario di due ordinanze di custodia cautelare in carcere e in entrambi i casi è stato disposto il giudizio immediato. Anche Tamraz risponde della tentata rapina all’attività commerciale. Ad entrambi viene contestata la tentata rapina. Avrebbero agito armati, impugnando una pistola.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here