Territorio sempre più in crisi, Sicindustria chiama Provenzano: Caccamo ha scritto al ministro

 
0
Caccamo ha chiesto di incontrare Provenzano

Gela. Le tante incertezze sul futuro degli investimenti nel territorio provinciale hanno spinto i confindustriali di Sicindustria a scrivere al ministro per il Sud Giuseppe Provenzano, economista nisseno scelto nel governo Conte-bis. E’ stato il reggente di Sicindustria Gianfranco Caccamo a rivolgersi al ministro. “Vorrei condividere con lei – ha scritto Caccamo – la mia preoccupazione per lo stato in cui versa il territorio che rappresento e che lei ben conosce. La nostra provincia necessita di un profondo piano di sviluppo infrastrutturale. Il trasporto viario, e non solo, versa infatti in uno stato di completo abbandono. Il risultato è un deficit di competitività non facilmente colmabile e non comunque in tempi brevi”. Gli industriali chiedono un confronto diretto con Provenzano.

“Il Mezzogiorno – aggiunge – è parte di una questione nazionale che si chiama questione industriale ed è per tale motivo che chiedo di poterla incontrare così da avviare il progetto di cambiamento, tante volte decantato e quasi mai attuato, con l’obiettivo di dare un futuro alle nuove generazioni che, le posso assicurare, sono desiderose di essere coinvolte”. Tra le tante situazioni di crisi, c’è sicuramente quella di Gela, dove si attende lo sblocco della proroga Via per il progetto Eni della base gas.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here