“Tutto in mano ad Arera”, Forum: “Comuni stanno perdendo potestà su tassa rifiuti”

 
0

Gela. Un’eccessiva centralizzazione, tutta in mano all’Arera, l’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente. Il Forum dei movimenti per l’acqua pubblica, alla luce delle novità emerse negli ultimi mesi, teme che i Comuni possano perdere la potestà decisionale anche sulla Tari per i rifiuti, con ulteriori rincari a danno degli utenti. “Cambiano le regole e all’orizzonte ci sono nuovi rincari, tutto sotto il controllo dell’onnipotente Arera che oltre alla gestione delle tariffe sull’acqua si occuperà anche della tassa sui rifiuti – dice Antonio Surace del Forum dei movimenti per l’acqua pubblica – i Comuni hanno perso la potestà dì decidere sulla tassa dei rifiuti. Dobbiamo gridare a viva voce che la tassa sui rifiuti deve rimanere di competenza comunale e dobbiamo chiedere anche la soppressione dell’Arera poiché non fa gli interessi dei cittadini, ma quelli delle lobby finanziarie”.

Surace e il Forum ricordano il caso del servizio idrico, che anche in città si contraddistingue per gravi inadempienze e tariffe alle stelle. “Gli utenti dì Caltanissetta, circa undicimila, hanno presentato istanza di rimborso al gestore e anche all’Arera sulla tariffa fissa a contatore, perché ritenuta esorbitante, era di 97,48 euro per il 2018. A distanza di oltre due anni, ancora non abbiamo avuto alcuna risposta – aggiunge Surace – segnalo anche la legge regionale 19 del 2019 rimane carta straccia. Il Presidente non ha attuato quanto previsto dall’articolo 6, che prevede un suo intervento per sciogliere eventualmente il contratto con Siciliacque o comunque adeguare le tariffe, equiparandole a quelle nazionali o europee”. Dopo il caso del servizio idrico, potrebbe aprirsi anche quello dei rifiuti, già al centro di non poche attenzioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here