Una maxi piantagione di marijuana, sequestrati più di 200 chili: sessantenne ai domiciliari

 
0
I poliziotti nelle serre poi sequestrate

Niscemi. Del maxi sequestro di marijuana eseguito lo scorso maggio dai poliziotti in un’area rurale di contrada Valle Miglio deve rispondere davanti al gup. I giudici del tribunale del riesame di Caltanissetta, però, hanno accolto il ricorso presentato dalla difesa del sessantenne Carmelo Consalvo. Lascia il carcere e ottiene gli arresti domiciliari. Per i pm della procura di Gela e per i poliziotti che fecero irruzione nella piantagione, avrebbe avuto la disponibilità di oltre quattromila piante di marijuana e di più di duecento chili già essiccati e pronti per essere piazzati. Un ingente sequestro che ha portato all’arresto anche di un presunto complice, il trentenne Andrea La Marca.

Il legale di difesa del sessantenne, l’avvocato Davide Limoncello, ha sottolineato soprattutto l’assenza delle condizioni che potessero ancora giustificare la detenzione in carcere. Entrambi, davanti al gup, hanno invece scelto di essere giudicati con il rito abbreviato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here