Un’unica ambulanza per due emergenze, operatori 118 rischiano aggressione

 
0

Gela. Con un’unica ambulanza a disposizione per le emergenze più gravi, anche gli operatori locali del 118 rischiano la loro incolumità. Ieri, un autista, un infermiere e un medico sono stati insultati, fino al limite dell’aggressione fisica. Erano stati inviati nei pressi della villa comunale, dove un’anziana donna era finita a terra, a causa di una rovinosa caduta. Hanno però dovuto interrompere l’intervento, perché intanto era giunta una richiesta ancora più urgente. Mentre lasciavano la zona sono stati pesantemente offesi e quasi aggrediti. Inizialmente, sembrava che l’altra emergenza riguardasse un bambino in pericolo di vita, in realtà si trattava di un uomo con gravi problemi urologici. Anche in quest’ultimo caso, i sanitari sarebbero stati accusati di ritardo, rischiando ancora la reazione veemente dei familiari del paziente.

Una situazione insostenibile per operatori che devono affrontare emergenze, spesso molto delicate, ma devono fare i conti con un’unica ambulanza e con tagli che mettono in difficoltà l’intero sistema.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here