“Voto su commissioni non è politico”, Casciana: “Giunta? Greco condivida con alleati”

 
0
Per Casciana il voto di ieri non chiude la questione politica interna alla maggioranza

Gela. Il voto di ieri, in consiglio comunale, non è politico. Il concetto, piuttosto esplicito, lo ribadisce l’esponente di “Liberamente” Vincenzo Casciana, presidente della commissione affari generali. Casciana e gli altri componenti hanno spinto per arrivare ad una nuova “geografia” delle commissioni consiliari, strappando il sostegno quasi unanime sia della maggioranza che dell’opposizione. Casciana, però, fa capire che il sì alla “riforma” delle commissioni non mette sotto il tappeto i problemi di condivisione, che in maggioranza c’erano e continuano a permanere. “Non si può parlare di un voto politico né di un’approvazione che possa superare le questioni che la maggioranza deva ancora affrontare. C’è stata sicuramente una condivisione sulla ratio della proposta, che riorganizza le commissioni e dà spazio ad importanti materie che altrimenti sarebbero rimaste nell’ombra – dice – tra le altre cose, non c’è stata la necessità di un parere contabile, perché non inciderà in alcun modo. Non ci saranno altri gettoni di presenza. Sia la maggioranza che l’opposizione hanno dato priorità ad esigenze di funzionalità e maggiore razionalità nell’organizzazione del lavoro”. Per Casciana, che in questi mesi è stato tra i consiglieri più “critici” rispetto all’azione amministrativa, il voto di ieri non chiude la partita politica, interna ai pro-Greco. Il sindaco ha spiegato che questo dovrebbe essere il mese cruciale per le scelte, anche sulla “nuova” giunta, e si rincorrono ipotesi di supporti da assicurare all’amministrazione comunale, ad iniziare da quello dell’avvocato Giuseppe D’Aleo.

“Se il sindaco ha intenzione di decidere sulla giunta nell’arco di questo mese – aggiunge Casciana – credo che democraticamente debba condividere posizioni e scelte con tutta la maggioranza. In caso contrario, ma spero che non capiti, ognuno farà le scelte dovute, andando per la propria strada”. Il capogruppo di “Liberamente” avverte i compagni di viaggio e il sindaco. Servono idee chiare sul percorso che dovrebbe condurre fino alla conclusione del mandato. Il capogruppo e l’altro consigliere di “Liberamente”, Pierpaolo Grisanti, messaggi politici ne hanno già inviati parecchi e anche il loro invito, accolto dall’assessore regionale Toto Cordaro, pare una conferma.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here