“Zelia è stata tradita”, sit-in: “Gravi colpe agiremo anche contro AstraZeneca”

 
0
un momento della manifestazione

Gela. “Le responsabilità, che ci sono, devono emergere”. Ne sono convinti i familiari, gli amici e il legale dell’insegnante Zelia Guzzo, morta dopo la somministrazione del vaccino AstraZeneca. Il legale Valerio Messina, presente al sit in silenzioso di questa mattina davanti a Palazzo di giustizia, conferma di aver proposto opposizione all’archiviazione avanzata dai pm della procura, che hanno escluso correlazioni tra la condotta dei medici e le conseguenze riportate dalla trentasettenne. “La perizia è chiara, ci sono correlazioni e vanno accettartate”, aggiunge il legale. “Non ci fermiamo e sicuramente agiremo contro AstraZeneca Italia, Ema e Aifa – dice ancora Messina – la signora Guzzo non è stata messa nelle condizioni di scegliere, anche se i possibili effetti di vaccini di quel tipo fossero noti”.

Ancora molto provati dal dolore sono i familiari. Il marito, Andrea Nicosia, ricorda la ferma scelta sua e della moglie di vaccinarsi. “È un atto di amore verso gli altri e verso noi stessi – dice durante il sit in – ma Zelia è stata tradita dalle istituzioni. Nessuno ci ha messi al corrente degli effetti. Noi ci siamo vaccinati insieme, in maniera convinta, ma mia moglie è stata tradita. Oggi, siamo qui per dare voce al suo silenzio”. Una manifestazione che si è tenuta mentre gli alunni di Zelia, dell’istituto “Quasimodo”, oggi erano in aula per gli esami di licenza media. “Oggi, è come se lei fosse in aula con loro”, ha detto il marito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here