Polo infanzia e centro anziani, quasi 4 milioni per “Agenda Urbana”: “Squadra funziona”

 
0
Il gruppo tecnico di Agenda urbana e il vicesindaco Di Stefano attendono i decreti di finanziamento

Gela. Il polo dell’infanzia alla “Pirandello” e il centro per anziani in via Siragusa. Tutto pubblico e finanziato con i fondi di “Agenda Urbana”. I decreti sono stati confermati e sbloccati dalla Regione. Quasi tre milioni di euro per il polo dell’infanzia e 860 mila euro per la struttura di via Siragusa. Il programma di “Agenda Urbana”, coordinato dall’Autorità urbana, con il dirigente Antonino Collura, continua a garantire finanziamenti a Palazzo di Città, con un lavoro che è svolto da un gruppo tecnico, sotto il monitoraggio tecnico di Collura e quello dell’assessore Terenziano Di Stefano. Il Comune può contare su progetti per un totale di circa venti milioni di euro. “Quando il tema è “Agenda Urbana”, – dice il vicesindaco Terenziano Di Stefano – provo sempre un certo orgoglio nel rendermi conto di come il lavoro di squadra dia sempre buoni frutti se condotto in modo rigoroso, serio e certosino. L’amministrazione della quale faccio parte fin da subito ha creduto in questo strumento straordinario. Avevamo detto che nessuna delle opportunità per il territorio sarebbe stata persa e che nessuno sforzo né alcun impegno sarebbero stati vani. Oggi, a fronte degli altri decreti di finanziamento già emessi e degli altri che arriveranno nei prossimi mesi, con orgoglio dico che ciò che avevamo promesso è esattamente ciò che oggi si sta concretizzando”.

Il sindaco Lucio Greco, non a caso, si rivolge all’intero staff di lavoro, che si avvale dell’attività di due professionisti esterni, l’avvocato Evita Lorefice e l’ingegnere Stefano Sammartino. “Squadra che vince non si cambia – dice l’avvocato – e la squadra che sta dietro ad “Agenda Urbana” fin dai suoi primi passi ha dimostrato di saper fare bene il proprio lavoro, di saper intercettare finanziamenti e di saper presentare progetti validi, completi e realmente finanziabili. In questo modo, senza attingere alle casse comunali, si può cambiare la città, rendendola più moderna e funzionale, più umana e vivibile. I progetti per i quali la Regione ci ha appena comunicato il finanziamento sono destinati ai bambini e agli anziani, due fette particolari della popolazione per le quali mai l’attenzione deve venir meno. Sarà bello consegnare loro queste due strutture, spazi innovativi e confortevoli, per tutte le loro esigenze”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here