Comune rinegozia i mutui già accesi, giunta dice sì: ci saranno interessi meno pesanti

 
0
Sulla rinegoziazione dei mutui c'è l'assenso del dirigente Depetro

Gela. Nel tentativo di far pesare meno i mutui contratti nel tempo dal Comune con la Cassa Depositi e Prestiti, si seguirà la strada appena aperta dal Ministero dell’economia. La giunta del sindaco Lucio Greco ha autorizzato l’adesione alla richiesta di rinegoziazione. Dal ministero arriva la possibilità di accedere ad un regime di restituzione delle somme ottenute, ma con tassi di interesse più “leggeri”. Non ci saranno variazioni particolarmente significative sul fronte delle rate e dei periodi di versamento, ma gli enti locali che non hanno ancora concluso di coprire per intero le somme dovute, potranno farlo con tassi più agevoli. Il sì della giunta è arrivato con parere favorevole del dirigente Alberto Depetro, che ha valutato la nuova possibilità e definito il risparmio di spesa che verrà ottenuto da Palazzo di Città. Sono attualmente otto i mutui accesi, che risalgono anche a diversi anni fa, ma che vanno estinti secondo il piano di rientro disposto da Cassa Depositi e Prestiti.

In base ai numeri allegati alla delibera di giunta, aderendo alla rinegoziazione, l’ente otterrebbe un risparmio annuo sulle rate versate di quasi 221 mila euro, che sull’intero periodo di durata dei mutui sale a più di due milioni di euro. Sono tutte cifre che pesano, non poco, sui conti di un ente, che deve ancora fare i conti con tante pendenze del passato, ma non solo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here