Cittadinanza a Zaky, Sincero: “Una parte opposizione non condivide percorso civiltà”

 
0
Sincero parla di un "problema politico" nella maggioranza

Gela. Ieri sera, il consiglio comunale ha approvato la mozione proposta dal gruppo di “Una Buona Idea”, che impegna l’amministrazione comunale ad avviare la procedura per riconoscere la cittadinanza onoraria allo studente egiziano Patrick Zaky, ancora detenuto nelle prigioni del paese nordafricano, perché oppositore del regime del generale Al Sisi. La proposta è stata approvata e il consigliere di “Una Buona Idea” Davide Sincero chiede all’amministrazione di chiudere in tempi celeri l’intera procura. Allo stesso tempo, si sarebbe aspettato pieno appoggio da tutta l’assise civica. L’opposizione di centrodestra, invece, non ha partecipato al voto.

“Mi preme ringraziare il consiglio comunale per aver condiviso e votato la mozione che prevede il riconoscimento della cittadinanza gelese a Patrick Zaky. Ovviamente, adesso auspico che l’amministrazione dia immediatamente seguito a questa mozione. L’iniziativa nasce dalla reale convinzione che un diritto dato ad altri non è un diritto in meno per me, ma un diritto in più per tutti. Dispiace e non poco constatare che una parte dell’opposizione sia uscita dall’aula astenendosi di fatto dal voto. Si vede che non tutti – dice Sincero – hanno l’interesse ad iniziare un percorso culturale e di civiltà che si esprime, come in questo caso, nella tutela dei diritti umani che sono fondanti della nostra Costituzione. Per questo motivo mi auguro sempre che il dibattito politico vada oltre la solita, sterile e banale presa di parte, poiché i diritti umani non hanno colore politico”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here