Inchiesta sui tentati omicidi, Di Gennaro lascia il carcere: va ai domiciliari

 
0
Le immagini usate dagli investigatori per ricostruire i fatti

Gela. Il gip del tribunale ha concesso gli arresti domiciliari al quarantenne Crocifisso Di Gennaro. E’ coinvolto nell’indagine, condotta dai pm della procura e dai carabinieri, che ha consentito di fare luce su due tentati omicidi. Per gli investigatori, Di Gennaro avrebbe travolto, a bordo della sua vettura, il trentacinquenne Giuseppe Benedetto Curvà, per poi colpirlo con una pesante catena, pare spalleggiato da un minore. A sua volta, per vedetta, Curvà avrebbe sparato contro l’abitazione dei familiari di Di Gennaro, in via Annibal Caro. Il quarantenne, sentito dal gip, ha fornito la sua versione dei fatti, sostenendo di aver avuto un alterco, ma conclusosi senza altre ripercussioni.

Ha escluso di essere coinvolto in altre vicende, ricostruite dagli inquirenti. Sulla misura, i legali di difesa, gli avvocati Giacomo Ventura e Davide Limoncello, hanno chiesto la revoca della detenzione in carcere. Il gip ha disposto i domiciliari, mentre le indagini proseguono.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here