Più condivisione sul programma, chiuso vertice Greco-maggioranza: priorità a progetti

 
0
(Immagini di repertorio)

Gela. Dopo due rinvii, l’incontro tra il sindaco e la sua maggioranza si è tenuto in serata. C’erano l’amministrazione comunale al completo e i consiglieri pro-Greco, salvo pochissime assenze, pare causate esclusivamente da impegni personali. Il vertice l’ha voluto Greco ed è arrivato probabilmente nel momento di minore difficoltà politica della maggioranza, forte dell’approvazione praticamente di tutti gli atti finanziari. Nell’arco di appena tre giorni, l’aula collegata in remoto a causa delle restrizioni anti-Covid ha varato il bilancio di previsione 2020, gli atti propedeutici e il rendiconto 2019. Tutti passaggi strategici, approvati con un voto politicamente autarchico, solo di maggioranza. L’opposizione infatti ha rotto gli indugi e non condividendo la linea dell’amministrazione e del presidente dell’assise civica Salvatore Sammito ha lasciato i lavori e questa mattina ha sferrato un duro attacco. A questa plateale mossa bisogna poi aggiungere il no del Pd ai provvedimenti arrivati in aula, mentre oggi i due consiglieri dem si sono astenuti sul rendiconto. L’incontro di questa sera, invece, si è protratto per alcune ore e c’è chi parla di una “visione di condivisione”. L’obiettivo del sindaco sembra proprio quello di compattare i suoi, a partire da alcuni punti cardine. Pare che durante il confronto l’amministrazione comunale abbia confermato l’intenzione di rivedere il protocollo di intesa con Eni del 2014, a partire dalla destinazione delle compensazioni, toccando inoltre la vicenda del polo “Ciliegino”. Il sindaco vuole avere le spalle coperte dalla sua maggioranza quando arriveranno in aula altri provvedimenti, questa volta di tipo programmatico. Ad oggi, non sembrano esserci ipotesi di possibili defezioni e anche l’area più critica dell’alleanza ha dimostrato fedeltà politica, come confermato dai voti in aula sugli atti finanziari. Qualche consigliere di maggioranza, a conclusione della riunione, ha sintetizzato parlando di una “riunione di ricognizione”. La gran parte degli alleati condivide la linea dell’amministrazione, anche se poi bisognerà sondare il tutto in termini di atti.

Pare inoltre che, come già fatto lunedì sera al termine della seduta di consiglio che ha condotto all’approvazione del bilancio di previsione 2020, Greco abbia esordito ringraziando i consiglieri di maggioranza. Ora, arriveranno nuovi capitoli, in attesa di chiudere quello dell’emergenza sanitaria, che sta mettendo a dura prova non solo l’intera città ma anche gli equilibri politici di una maggioranza, pronta a sondare la strada di una maggiore condivisione. Se arriveranno risultati apprezzabili, lo si saprà solo nei prossimi mesi, quando la giunta potrebbe aprire le porte anche ad un nuovo assessore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here