Pro-Greco, convivenza difficile: Di Stefano, “tenuta alleanza e non solo, discutiamone”

 
0
Il sindaco Lucio Greco e il vice Di Stefano

Gela. Probabilmente, anche l’inizio anno dell’amministrazione comunale, almeno su un piano politico, sarà inaugurato da “chiarimenti”. Ormai, è evidente che il rilancio, passato dalla giunta bis, non ha sanato i dilemmi politici che avevano indotto il sindaco Lucio Greco a stoppare tutto e ad azzerare la compagine di governo della città, per poi riconfermarla quasi in blocco. I toni accesi sul nuovo contratto della Ghelas hanno fatto detonare, ancora una volta, gli animi dei pro-Greco. Forza Italia ha preso le distanze, sottolineando una certa differenza, tattica e di vedute, dal resto dell’alleanza. Sono soprattutto i civici a ritenere che si debba subito chiarire. “Un confronto va fatto e mi pare sia necessario – dice il vicesindaco Terenziano Di Stefano – bisogna fare il punto a trecentosessanta gradi. Non mi riferisco solo alla tenuta della maggioranza, ma anche alla Ghelas e ancora di più alla programmazione da mettere in campo. Non dimentichiamo che questo 2022 sarà concentrato su un’importante scadenza elettorale, quella delle regionali. Bisogna avere delle certezze, ben prima che si avvicinino le urne elettorali. In caso contrario, potrebbe crearsi un caos, politico e amministrativo, che non farebbe bene a nessuno”. Il fronte civico è sempre più folto e anche le ultime traversie della maggioranza hanno fatto emergere una certa condivisione di intenti tra i gruppi che non si riconoscono nei partiti. Il fine anno, fatto di schermaglie tra alleati, viene già interpretato come un dolente auspicio, che potrebbe riaccendere i fuochi di uno scontro interno, che il rilancio amministrativo ha solo smorzato.

Dal vicesindaco Di Stefano, così come dai consiglieri di “Un’Altra Gela” Romina Morselli e Giuseppe Morselli, arrivano i primi avvisi destinati al sindaco ma anche agli alleati, che sembrano non ritrovarsi nella linea tracciata dal resto dei pro-Greco. Nessuno vuole arrivare alle settimane calde delle urne per le regionali, con una maggioranza ancora traballante o spaccata. Partiti e civici aspettano ancora una volta che il sindaco cerchi di mettere sul tavolo una soluzione, che spenga la contesa interna. Sicuramente, come hanno dimostrato i tre anni di amministrazione Greco, spegnere le rivalità interne non sarà affatto agevole.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here