“Regione vuole tagliare fondi rete fognaria Manfria”, lunedì firme in procura

 
0
"Viviamo Manfria" ha anche raccolto firme sul tema della rete idrica

Gela. Con i tagli che la Regione sta imponendo a finanziamenti destinati ad importanti progetti in città, ora la preoccupazione si fa sempre più concreta anche per i soldi della rete fognaria di Manfria. Circa tre milioni di euro che secondo l’associazione “Viviamo Manfria” sono a forte rischio. Da alcune settimane, è in atto una raccolta firme, che verranno depositate lunedì in procura. Gli esponenti dell’associazione considerano del tutto illegittimo l’eventuale definanziamento. Ieri, il presidente dell’Assemblea territoriale idrica Massimiliano Conti, ratificando la convenzione che poterà ad assorbire tutte le funzioni dall’Ato Cl6, ha spiegato che si punta ad ottenere i circa 60 milioni di euro di finanziamenti destinati alla rete idrica e ai sistemi di depurazione. Antonio Cuvato, presidente di “Viviamo Manfria”, riferendosi ai possibili tagli dei finanziamenti destinati alla frazione balneare, spiega inoltre che “è lo stesso Dipartimento regionale acque che dal 2019 impedisce al rup gelese di convocare una conferenza di servizi utile a validare i due progetti per il depuratore e la rete fognaria, per un totale 5 milioni di euro. Questo modo di derubare la città è scandaloso e criminale. Non è politica, non è più burocrazia”.

Anche nel fine settimana, proseguirà la raccolta firme, prima del deposito in procura. “Serve a far sentire la voce dei gelesi e ad informare Regione, Ministero dell’ambiente, Commissario straordinario per la depurazione e Commissione europea – conclude Cuvato – perché si tratta di fondi pubblici Fsc che vengono tolti ad una città che ogni giorno viene condannata a non crescere”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here