Troppi pagamenti arretrati, a Niscemi sciopero operai aziende gelesi del servizio rifiuti

 
0
Caiola annuncia lo sciopero

Gela. Troppi stipendi arretrati e scatta lo sciopero dei lavoratori della raccolta rifiuti a Niscemi. Incroceranno le braccia il prossimo 3 ottobre. Il segretario aggiunto dell’Ugl Igiene ambientale Orazio Caiola ha scritto una missiva ufficiale, indirizzata alle aziende gelesi che gestiscono i subappalti di Tekra a Niscemi (Mecogest e Ambiente Italia), ma anche agli imprenditori campani, alla Srr4 e alla prefettura. Gli impegni, secondo il sindacato, non sono stati rispettati né dal Comune di Niscemi né dalle aziende, che ricevono con ritardo i canoni dall’ente. “Da parte del Comune di Niscemi non c’è stato l’impegno promesso negli innumerevoli tavoli istituzionali a sollecitare le aziende al pagamento”, scrive Caiola.

Nessun tentativo di raffreddamento della vertenza è finora andato in porto. “Finita la pazienza e il buon senso nell’aspettare altro tempo – scrive ancora – proclamiamo lo sciopero che avverrà giovedì 3 ottobre, dando abbondantemente tempo alle società e agli enti di organizzarsi per risolvere la situazione”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here