False perizie per gli immobili abusivi, Cassazione annulla condanna a geometra: tanti i casi sospetti

 
0

Gela. La condanna è stata annullata, anche per l’intervenuta prescrizione delle accuse. La decisione è stata emessa dai giudici della Corte di Cassazione nei confronti del geometra settantenne Giuseppe Cascino. In passato, è finito al centro di una vasta indagine, con l’accusa di aver rilasciato perizie false, per fare in modo che diversi immobili abusivi risultassero realizzati prima del 1967, così da non incorrere nelle successive normative, molto più stringenti. I proprietari, pur avendo costruito abusivamente, riuscivano ad ottenere gli allacci alla rete idrica, a quella elettrica e telefonica. Sia in primo che in secondo grado, era arrivata la condanna ad un anno e tre mesi di reclusione. Per i giudici, Cascino avrebbe rilasciato le perizie false, pur ricomprendo una funzione di pubblico ufficiale. La difesa, rappresentata dall’avvocato Maurizio Scicolone, si è rivolta ai giudici romani. Ha spiegato che il geometra non avrebbe operato come pubblico ufficiale, intervenendo invece in un rapporto privatistico.

Nel ricorso è stato sostenuto che per il calcolo della prescrizione sarebbe stato necessario tenere in considerazione il momento del deposito delle perizie e non quello di accertamento dell’eventuale falsità. Indicazioni che hanno convinto i giudici romani, anche sul punto dell’intervenuta prescrizione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here