Pef e Tari, Farruggia contro pro-Greco: “Stavano facendo saltare aiuti agli esercenti”

 
0
Farruggia sottolinea la presenza decisiva dell'opposizione in aula

Gela. “Una maggioranza che si compatta su atti come l’ampliamento del compostaggio di Brucazzi, con più rifiuti da lavorare e danneggiando gli imprenditori, ma rischia di non far passare atti importanti per la città, come le esenzioni Tari per gli esercenti colpiti dalle restrizioni”. Il consigliere grillino Virginia Farruggia, ieri sera, ha fatto parte del drappello di opposizione, che pur dicendo no agli atti presentati dall’amministrazione, ha comunque mantenuto il numero legale, che altrimenti sarebbe stato in bilico. I pro-Greco, seppur con numeri non certo “bulgari”, sono riusciti ad arrivare all’approvazione dei pef 2020 e 2021 e della Tari sui rifiuti. Con il contagio Covid in atto, c’era la possibilità per i consiglieri di seguire anche in remoto la seduta, partecipando con il video-collegamento. Per Farruggia, presente invece in aula insieme ad altri esponenti di opposizione (Salvatore Scerra e Sandra Bennici), per molti pezzi della maggioranza si sarebbe trattato di un escamotage.

“Capisco poter seguire il consiglio da casa, ma non certo perché si è impegnati in qualche serata, come purtroppo è accaduto. La misura del consiglio da remoto è per prevenire la diffusione del virus. Non può essere una comodità estiva – aggiunge Farruggia – soprattutto su un tema così importante. Posso comprendere che ci fosse qualcuno già in ferie, fuori città, e per responsabilità ha comunque deciso di partecipare o chi era impegnato per ragioni di lavoro. Non posso giustificare, però, un’aula deserta, con la maggioranza grande assente. Alla fine della seduta, l’atto più importante, con l’esenzione per gli esercenti, è stato votato solo grazie alla presenza dell’opposizione”. Da martedì, si apre una nuova tornata per la maggioranza del sindaco, con diversi atti finanziari all’ordine del giorno dell’assise civica. Dovrà dimostrare di avere i numeri, senza rischiare il sì solo per il rotto della cuffia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here