Sulle Zes Musumeci non ha ancora deciso, ci sarà anche Gela tra le Zone economiche speciali?

 
0
Musumeci vuole incontrare Patuanelli

Gela. Per ora, c’è solo una rassicurazione (piuttosto generica) giunta nelle scorse settimane dall’assessore regionale Mimmo Turano. Anche le aree Sin, quelle a rischio ambientale, verranno prese in considerazione al momento della scelta sulle Zone economiche speciali. Si tratta di decisioni molto importanti che a breve dovranno essere ufficializzate dal governo regionale del presidente Nello Musumeci. Se Gela (a sua volta zona Sin) rientrasse tra le Zes siciliane, allora si aprirebbero spiragli importanti per nuovi finanziamenti ma soprattutto per un sistema di agevolazioni che andrebbe a favorire privati interessati ad investire. Ad oggi, non c’è alcuna decisione ufficiale. Dal momento del suo insediamento, anche il commissario Rosario Arena sta cercando di perorare la causa di Gela tra le Zes siciliane, dopo aver avuto incontri con il consulente scelto dal presidente Musumeci per tracciare i confini di queste zone sull’isola. Il commissario ha contatti con il docente universitario Aldo Berlinguer, scelto da Musumeci per seguire l’intero capitolo Zes, fino all’istituzione ufficiale. Un obiettivo che fa gola soprattutto ai grandi poli portuali.

Per i sindacati, però, Gela (con la sua area industriale) non può essere tagliata fuori dal perimetro. Già diversi mesi fa, è stato il segretario generale della Cisl catanese Maurizio Attanasio a sollevare la questione. “Per la Zes della Sicilia orientale, Augusta con Catania e Siracusa – ha detto – ribadiamo la necessità dell’estensione alle zone industriali di Catania e Gela. D’altra parte un ampliamento simile è già previsto per la Zes di Taranto, che è collegata alle zone industriali di Matera e del resto della Basilicata. A Gela, c’è un importante agglomerato industriale, con la raffineria e il suo indotto produttivo e logistico. Diventa quindi importante coinvolgere, in questo meccanismo di estensione, anche le forze sociali e imprenditoriali gelesi con cui realizzare fattive sinergie indirizzate all’obiettivo”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here