“Zona rossa segno di inefficienza dell’amministrazione”, Bennici: “Città non governata”

 
0

Gela. Poca responsabilità da parte di tanti cittadini, convinti che ormai il peggio fosse passato, ma anche un’amministrazione comunale che non ha saputo concentrarsi sull’obiettivo della salvaguardia della salute pubblica. Il consigliere comunale di Fratelli d’Italia Sandra Bennici ritiene che la zona rossa, ieri decretata dalla Regione, sia il risultato di più fattori, ma non trascura le manchevolezze politiche dell’amministrazione Greco. “Era necessario un elevato senso di responsabilità che non facesse abbassare il livello di guardia, data la consapevolezza che il virus non era sparito, anzi pericolosamente mutato. Sarebbe stato sufficiente mantenere alcuni semplici accorgimenti, le mascherine, disinfettare le mani ma soprattutto maggiori controlli e una intensa campagna vaccinazione. Invece, il menefreghismo ha regnato sovrano, come se il Covid non rappresentasse più un pericolo. Prova ne sia – spiega Bennici – quello che è successo domenica in occasione della vittoria degli Europei, anche sotto l’abitazione del primo cittadino, fino alle prime luci dell’alba. Oggi raccogliamo i frutti dell’inefficienza di un’amministrazione che da venti giorni parla solo di commissioni consiliari, anziché affrontare tematiche importanti, come la pandemia che oggi travolge nuovamente la nostra comunità. Quello che più ci preoccupa è l’approssimazione del primo cittadino che perde di vista la questione più importante, la mobilitazione generale per raggiungere prima possibile la vaccinazione dell’80 per cento della cittadinanza”. Bennici fa un appello per costituire, in consiglio comunale, “una larga alleanza”.

“Un’amministrazione come si deve si sarebbe impegnata senza riserve per consentire, agevolare e promuove in ogni quartiere ed in ogni casa la necessità che tutti i cittadini si vaccinassero prima possibile. Quello di Gela rimane un chiaro esempio di non governo di una comunità – continua – nella quale, ogni giorno, i pavoni della maggioranza, o meglio di quel gruppo residuo di minoranza, già soddisfatto da prebende e regali, manifesta ancor oggi ossequiosamente immeritata devozione e lealtà all’attuale primo cittadino pro-tempore. E’ venuto il momento che il consiglio comunale costituisca una larga alleanza per dare le opportune indicazioni all’amministrazione Greco, per contenere gli errori e le lacune che si susseguono incessantemente determinando ogni giorno che passa una situazione ancor più drammatica”. Bennici, dai banchi di opposizione, fa trasparire evidenti segnali di insofferenza rispetto alla gestione dell’emergenza sanitaria, portata avanti dall’amministrazione Greco.

1 commento

  1. la città è nel totale abbandono neanchè una disinfestazione ed il paese invaso dai rifiuti però latari aumenta del 50%

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here