Allerta Covid, Greco gela opposizione: “In questa fase delicata c’è chi cerca visibilità a buon mercato”

 
0
Greco ammette il degrado di molte zone della città

Gela. L’emergenza Covid-19 ha solo messo da parte una tensione politica, che prima dell’allerta aveva probabilmente già superato la soglia. Il sindaco Lucio Greco, anche in questa fase, tiene però a prendere le distanze da un’opposizione che starebbe agendo in maniera “quantomeno discutibile”. L’avvocato ribadisce che l’ultima parola sulle misure da adottare contro il contagio spetta comunque alle autorità nazionali e alle istituzioni locali. “La competenza sulle norme che riguardano la gestione dell’epidemia in corso spetta al potere centrale – dice – mi sorge il dubbio che da parte dei consiglieri di opposizione ci sia la ricerca, a tutti i costi, di una certa visibilità”. In queste settimane, non sono mancate le “raccomandazioni” giunte dai banchi di opposizione e il sindaco pare piuttosto perplesso. “Bisognerebbe evitare di usare parole e fare proposte che possano generare panico e paure immotivate nella cittadinanza – dice – non dobbiamo mai perdere la ragionevolezza e bisogna affidarsi ai consigli e agli inviti di chi, su questi argomenti, ha le giuste competenze e la responsabilità di emettere le dovute disposizioni normative. Non escludo la pluralità delle proposte e neanche il diritto al dissenso, ciò che invece escludo sono certi atteggiamenti che si possono confondere con l’ostruzionismo e hanno il solo fine di ostentare una visibilità a buon mercato”.

Greco sembra convinto che qualcuno voglia marciarci, forse anche per finalità politiche. “Quando devo prendere alcune decisioni importanti, prima mi confronto con i collaboratori e dopo ascolto i pareri di tanti miei colleghi sindaci che, per competenza e autorevolezza, hanno poco da invidiare a certi politici nostrani – aggiunge – ciò di cui abbiamo bisogno sono regole chiare e severe che non lascino spazio a qualsiasi interpretazione. Dobbiamo essere responsabili e rispettosi delle regole che ci vengono date”. L’affondo all’opposizione il sindaco lo serve in una fase molto delicata e ieri si è trovato a dover annunciare ufficialmente il primo caso di contagio in città. Per questo motivo, invita nuovamente la cittadinanza a rispettare le regole. “Dobbiamo osservare le restrizioni, ad iniziare dal rimanere a casa – conclude – posso garantire alla città che tutto ciò che era nelle mie possibilità è stato fatto e posso assicurare che continuerò a prendere tutte le iniziative utili e idonee a salvaguardare la salute e la sicurezza dei miei concittadini”. Greco, all’inizio della crisi, ha aperto al dialogo con tutti, ma probabilmente ha percepito che dietro possano esserci eventuali interessi politici, soprattutto da parte dell’opposizione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here