“Amministrazione ha dimenticato Tari”, Bennici: “Pensano solo ad incarichi”

 
0
Bennici ha presentato una mozione e chiede lo screenig con tamponi

Gela. L’opposizione di centrodestra già preannuncia un duro confronto sulle tariffe Tari, che questa sera arrivano in aula consiliare. Ieri, c’è stato il rinvio della discordia, chiesto dalle fila “virtuali” della maggioranza. Per l’opposizione, solo uno stratagemma per integrare l’ordine del giorno ed inserire il punto sulla Tari, che secondo il consigliere di Fratelli d’Italia Sandra Bennici l’amministrazione aveva sostanzialmente “dimenticato”. “E’ stato spiegato l’arcano. Ieri sera la maggioranza ha chiesto un rinvio della seduta dopo avere trattato un solo punto, per colmare una delle tante defaillance che la macchina amministrativa guidata dal sindaco registra quotidianamente – dice – avevano solo dimenticato che oggi era l’ultimo giorno per trattare le tariffe Tari, cosa di poco conto, tanto a pagare saranno i gelesi. E’ prassi di quest’amministrazione arrivare all’ultimo giorno utile. Ricordo il caso Ghelas. Come se a presidiare le competenze dell’amministrazione del Comune non sia rimasto più nessuno”.

Secondo Bennici, che già ieri ha sollevato pesanti dubbi sulla scelta del rinvio, l’amministrazione è concentrata su altri obiettivi, a cominciare dagli incarichi. “Ormai siamo abituati a sentire le solite giustificazioni nel maldestro tentativo di depistare le manchevolezze di un’amministrazione attenta sempre e solo a conferire incarichi. Giustificazioni prive di valide argomentazioni e che si limitano solo a considerazioni fuori tema che nulla hanno a che fare con il ruolo politico che ogni consigliere comunale e’ chiamato ad espletare – conclude – un’amministrazione politicamente miope quella che cerca la pagliuzza nell’occhio dell’altro quando non vede la trave che è nel suo”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here