FI rompe con Morselli: “Si occupi delle foto e del Pd, lasci il posto in consiglio”

 
0
Il gruppo di Forza Italia con Miccichè

Gela. Il taglio del nastro di venerdì sera, per l’inaugurazione del tratto riqualificato di viale Mediterraneo, ha riproposto le evidenti dissonanze politiche che pesano sulla maggioranza del sindaco Lucio Greco. Ormai, è scontro aperto tra i forzisti vicini al parlamentare regionale Michele Mancuso e l’assessore Romina Morselli. Gli azzurri hanno disertato l’inaugurazione in aperta dissidenza rispetto soprattutto alla presenza dell’assessore regionale Marco Falcone, ormai da tempo in contatto diretto con il sindaco Lucio Greco e con l’assessore Morselli. Il gruppo locale di FI avrebbe preferito evitare una sorta di show mediatico. L’assessore Morselli e “Un’Altra Gela” hanno rispedito al mittente le osservazioni poste dal capogruppo berlusconiano, Rosario Trainito, tacciandolo di cercare “passerelle”. I mancusiani, in blocco, individuano proprio nell’assessore Morselli un fattore di destabilizzazione degli equilibri interni. “Un’Altra Gela, il cui gruppo oggi pare sia formato solo dai cugini Morselli, cerca di mistificare la realtà e in particolare le parole del consigliere Trainito, che senza toni da polemica ha voluto solo sottolineare l’inopportunità di un’inaugurazione per un tratto di strada, meraviglioso sicuramente, che avrebbe dovuto essere consegnato anni fa e che, a nostro modo di vedere, è stato troppo enfatizzato. Ma per carità, negli ultimi mesi siamo abituati  a foto e  grandi festeggiamenti anche per la copertura di una buca. Ma non solo, il consigliere-assessore Romina Morselli cerca di coinvolgere in ogni questione il sindaco per creare attriti,  com’è solita fare, all’interno della maggioranza e in particolare con Forza Italia – spiegano gli esponenti azzurri – non si capisce, infatti, la ragione per cui abbia ritenuto di non rispondere al consigliere Di Dio, con cui pare ci sia sintonia, e che ha sollevato le stesse considerazioni”. L’assessore Morselli, che ha spinto per chiudere prima possibile l’iter di viale Mediterraneo e per avere in città Falcone, che ha annunciato anche il finanziamento per “Una via tre piazze”, è ritenuta priva di una vera collocazione politica, al punto da mantenere rapporti anche con gli ex alleati dem, presenti venerdì sera e del tutto agli antipodi rispetto ai berlusconiani. “Lo ribadiamo per l’ennesima volta, Forza Italia è e rimarrà in maggioranza continuando a lavorare per la città, con umiltà e a testa bassa come ha sempre fatto. Nonostante le deleghe delicate e pesanti che ci sono state conferite,  ad oggi ci abbiamo messo sempre la faccia e abbiamo lavorato nel solo interesse della città, a meno che il sindaco deciderà di estrometterci per assecondare i suoi capricci. Noi ci siamo sempre stati, a differenza del Pd, che l’assessore Morselli cita in ogni occasione e che all’inaugurazione ha schierato i suoi massimi esponenti. Ma mentre l’assessore Morselli li elogiava, il segretario provinciale, forse rendendosi conto di aver commesso un errore presentandosi, ha accusato l’amministrazione con la solita filastrocca. Invitiamo l’assessore Morselli a concentrarsi a fare ciò che pare le riesca meglio, foto e servizi televisivi, piuttosto che creare tensioni all’interno della maggioranza e con gli altri consiglieri. La smetta di correre dal sindaco e dal cugino per cercare riparo e difese – aggiungono i forzisti  – non si permetta, una rappresentante della politica locale, che non si capisce se sia di destra o di sinistra, a tirare fuori vicende che riguardano la politica regionale. Sappiamo con certezza che non ne ha assolutamente cognizione”.

I forzisti vanno a testa bassa e rompono ogni sorta di eventuale pretattica. Morselli viene invitata a lasciare il posto in consiglio, che ha mantenuto dopo la nomina assessoriale. “Pensi a lasciare spazio in consiglio. Teme forse che non riuscirà a mantenere la sua poltrona fino a fine mandato? Forza Italia  – concludono – continuerà a lavorare come ha sempre fatto e quando riterrà di dover esprimere una propria opinione politica su una vicenda lo farà senza autorizzazione da nessuno. Non abbiamo bisogno di passarelle e noi lo abbiamo dimostrato negli anni”. Pensare che i pro-Greco possano andare avanti a colpi di attacchi reciproci sembra irrealistico. In maggioranza, urge fare il punto, prima che gli affronti costanti si trasformino in un conflitto vero e proprio. A questo punto, c’è chi attende una presa di posizione del primo cittadino. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here