“Moralità, lavoro e ambiente”, Di Cristina: “Giù le maschere, destra si confronti su temi”

 
1
Il segretario provinciale del Pd Peppe Di Cristina

Gela. “Il centrodestra si confronti sui temi”. Nel rush finale che porterà al deposito delle liste, in vista della tornata elettorale di fine settembre, il segretario provinciale dem Peppe Di Cristina rilancia la “questione Gela”. “La nostra lista per l’Ars è chiusa e siamo convinti che sia forte – dice – ora, però, bisogna discutere di temi. Non ci si può nascondere dietre le maschere. A partire dall’ambiente. La nostra posizione è netta. Non ci sarà alcun inceneritore in città, in qualsiasi modo venga chiamato. Il centrodestra, invece, ha scelto questo territorio per la realizzazione dell’impianto che dovrà trattare tutti i rifiuti della Sicilia occidentale. Il governo uscente, per oltre un anno, ha messo sottopressione Timpazzo, facendo arrivare rifiuti da tutta l’isola, e non contento ha deciso di ubicare sul territorio un impianto che avrà un impatto pesante. Noi non lo permetteremo. Non si posso realizzare impianti di questo tipo in un’area Sin”. Secondo l’esponente dem, che si presenta per l’Ars, un passaggio decisivo è quello della sanità. “Cosa hanno fatto il centrodestra e il governo regionale in questi cinque anni? Hanno depotenziato il nostro ospedale, tagliando e riducendo su tutto. Reparti chiusi e personale ridotto ai minimi termini – aggiunge – sono stati creati potentati inaccettabili”. L’appello di Di Cristina tocca altri due capisaldi del programma dem. “Come fa il centrodestra a parlare di lavoro quando il governo Musumeci, con il sostegno di esponenti istituzionali locali ora candidati, ha tagliato fondi enormi per la città, a partire da quelli del “Patto per il Sud”?”, aggiunge. Il richiamo inevitabile riporta alla “questione morale”, che il partito locale ha lanciato già in tempi non sospetti. “Prendiamo tutti una posizione netta sulla questione morale – continua – noi l’abbiamo fatto e non accettiamo ambiguità o fraintendimenti. Non possono esserci altre vie al di fuori di quella della legalità, non solo teorizzata ma anche praticata. Siamo con l’imprenditoria sana e con chi lavora quotidianamente, senza fare compromessi di nessun tipo. Solo con lavoro e legalità un territorio in crisi come il nostro può ripartire”.

La campagna elettorale è ormai in corso e con la direzione regionale, ultima tappa nel percorso verso l’election day, il Pd chiude la lunga fase delle scelte. Per Di Cristina, il partito ha tutte le possibilità di arrivare agli obiettivi elettorali. “Disuniti? Sono solo sciocchezze. Abbiamo un partito che è presente in tutti i Comuni della provincia. E’ normale che scelte dettate dalla legge elettorale possano generare malumori, ma ci sono in tutti i partiti. Con umiltà e dignità stiamo portando avanti una campagna elettorale difficile e impegnativa. Stiamo incontrando tante persone, di ogni strato sociale, che alla politica chiedono solo di essere trasparente e di creare possibilità in territori come il nostro. Noi ci siamo e ci siamo sempre stati. Vorrei ricordare che il Pd – conclude – non esce pubblicamente solo in campagna elettorale. Siamo con i comitati che reclamano una sanità di livello. Siamo stati in procedure molto importanti per la città come il Contratto istituzionale di sviluppo. Ci siamo opposti all’ampliamento dei quantitativi di rifiuti che la Regione ha imposto a Timpazzo. Siamo con gli agricoltori che operano senza dighe e acqua e riproponiamo la necessità che si attivi il ciclo delle acque reflue che noi abbiamo proposto. Ci siamo sempre messi a disposizione delle amministrazioni comunali che hanno chiesto il nostro supporto. L’abbiamo fatto per il territorio e continueremo a farlo”. I dem vanno verso le urne lanciando una campagna elettorale che passi dai temi e dai programmi. Un’esigenza che di recente ha indicato anche il sindaco Lucio Greco.

1 commento

  1. Mahhh, abbiamo il segretario Peppe Di Cristina che arriva da ” MARTE ” e vuole dettare l’agenda delle cose da fare e su cui confrontarsi al centro destra, parla di ” LEGALITA’ ” , magari quella pratica dai suoi AMICI, On. CROCETTA & C. , parla di Sanità , distrutta dall’ex Presidente Crocetta & C. , parla di Lavoro , la cancellazione delle ex Provincie ha portato al dissesto della viabilità già precaria delle strade , ha portato al totale degrado degli edifici scolastici superiori, e solo grazie al PRESIDENTE Nello MUSUMECI, che si è invertita la ” ROTTA ” , da ex Presidente di Provincia , l’On. MUSUMECI sapeva l’importanza che rivestivano le Provincie sul nostro territorio.
    L’On. MUSUMECI prima di lasciare ha finanziato e mandato in APPLATO ben 63 MILIONI di EURO per la VIABILITA’ PROVINCIALE, per riparare in parte i ” DANNI ” lasciati dal PD e da CROCETTA, inoltre quando si parla di LEGALITA’ , farebbero bene ad andare a prendere qualche lezione dal nostro On. Nello MUSUMECI, il quale per tanti anni è stato costretto a vivere sotto scorta per le sue azioni di contrasto alla ” CRIMINALITA “.
    firmato Peppe Migliore vice commissario DB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here