Gli over 50 stanno cambiando le loro abitudini, ma cosa fanno realmente online?

 
0
Oggi sono 85 i paesi che hanno legalizzato i casinò online

Gli italiani più anziani, sono storicamente gli ultimi al mondo ad adottare le abitudini tecnologiche dei loro compatrioti più giovani, tuttavia, negli ultimi anni il loro insediamento nella vita tecnologia si è fatto sempre più approfondito. In questo articolo, vogliamo comprendere l’uso che gli over 50 italiani stanno facendo della tecnologia, ma senza limitarci solo alla penisola tricolore, ma estendendo la nostra ricerca a tutto il resto del mondo.

Senza ombra di dubbio, la maggior parte delle persone che trascorrono il loro tempo libero online, lo fa davanti a qualche giochino. Un esempio? I casinò online, che stanno riscuotendo sempre più successo perché offrono dai giochi classici ai giochi con le carte più impegnativi come il blackjack (come nel  sito di Starcasinó). Questi giochi stanno attirando l’attenzione degli over 50 sia italiani che non, per un motivo molto semplice: l’accessibilità, che prima non potevano sfruttare facilmente. Se in passato, queste persone, per fare 2 mani al tavolo del blackjack dovevano raggiungere solo alcuni casinò ora possono facilmente giocare dal telefonino o dal computer di casa.

Da tutto questo, emergono due differenti gruppi di over 50. Il primo, che include gli anziani più giovani, più istruiti o più facoltosi, dispone di risorse tecnologiche relativamente importanti e ha anche un’opinione positiva sui vantaggi delle piattaforme online. L’altro (che tende ad essere più vecchio e meno ricco, spesso con notevoli problemi di salute o disabilità – NCBI), è in gran parte disconnesso dal mondo degli strumenti e dei servizi digitali, sia fisicamente che psicologicamente.

Poiché Internet svolge un ruolo sempre più centrale nel connettere gli italiani di tutte le età alle notizie e alle informazioni di tutto il mondo, ai servizi governativi, alle risorse sanitarie e alle opportunità di sostegno sociale, queste divisioni sono degne di nota, in particolare per le numerose organizzazioni e assistenti individuali che servono la popolazione adulta più anziana.

Tuttavia, molti anziani hanno condizioni fisiche o problemi di salute che rendono difficile l’utilizzo delle nuove tecnologie. Circa due anziani su cinque dichiarano di avere una “condizione fisica o di salute che rende difficile la lettura” o una “disabilità, handicap o malattia cronica, che impedisce loro di partecipare pienamente a molte attività quotidiane comuni”. Questo gruppo probabilmente non affronterà mai le sfide fisiche per connettersi online, per avere la banda larga a casa e per possedere la maggior parte dei principali dispositivi digitali.

Oggi, il 46% degli anziani online (che rappresentano circa il 27% della popolazione totale degli anziani) utilizza siti di social networking come Facebook per connettersi principalmente con le persone a cui tengono di più, come figli o nipoti.

Circa l’81% degli adulti più anziani che utilizzano siti di social network, afferma di socializzare con altri (sia di persona, online o per telefono) su base settimanale o giornaliera. Tra gli anziani che vanno online, ma non usano i siti di social networking, quella cifra è del 71%; e per quelli che non sono affatto online, è il 63% – fonte Pew Internet.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here