“Protocollo fallimentare? Greco si assuma responsabilità”, Scerra: “Solo populismo”

 
2
Scerra contesta l'appello di Greco

Gela. “Solo populismo, per riprendersi la scena”. Il capogruppo consiliare di “Avanti Gela” Salvatore Scerra prende le distanze, nettamente, dall’appello che ieri è arrivato dal sindaco Lucio Greco. L’avvocato, davanti agli investimenti fermi e alla proroga Via che tarda ad arrivare, ha parlato di un protocollo di intesa “fallimentare”. “Siamo ripiombati nel buio e quelle speranze che i firmatari dell’accordo si erano premurati ad accendere – ha detto – si stanno spegnendo tutte”. Scerra, invece, ritiene che sia lo stesso Greco in difetto, non avendo mai chiesto la convocazione del tavolo di coordinamento, previsto nel protocollo di intesa di cinque anni fa. “Non mi sono piaciute le dichiarazioni del sindaco in merito al rilascio Via da parte del ministero. Gli ricordo che lui adesso è attore principale essendo primo cittadino – dice il consigliere – invece di criticare solamente scelte fatte nel passato, contestate fortemente dall’area di riferimento di Pino Federico, si mobiliti tramite la sua grande alleanza che va da Palermo a Roma e faccia pressione affinché questo territorio abbia le giuste risposte. Fortunatamente, l’impegno dei sindacati datoriali e dei lavoratori è stato lungimirante e determinante, chiedendo ad alta voce un tavolo di coordinamento e ricordo al sindaco che il protocollo lo prevede. Lui stesso, invece, dal giorno dell’insediamento non si è mai preoccupato di sollecitare il Ministero dello sviluppo economico, probabilmente sconosce i contenuti del protocollo”. Dai banchi dell’opposizione di “Avanti Gela” arriva il sostegno alla manifestazione dell’11 dicembre a Roma e un avvertimento politico ai dem, in attesa della visita di sabato prossimo del ministro Giuseppe Provenzano.

“In questa fase, pieno appoggio ai sindacati per la manifestazione a Roma, come già avvenne nel 2016 quando furono loro a sostenere il consiglio comunale – conclude – e spero che la visita del ministro non diventi vetrina per pochi, ma un giorno di democrazia dove le forze sane possano confrontarsi con il ministro per il Sud. Per questo, propongo al presidente del consiglio comunale Salvatore Sammito che il monotematico si faccia in presenza del ministro, così da consegnare un documento unitario come assise civica”. Scerra e la sua area politica di riferimento si confermano agli antipodi del sindaco Greco e rilanciano anche sulla vicenda degli investimenti.

2 Commenti

  1. Protocollo d’intesa siglato alla presenza degli amici del consigliere Scerra, quando venne siglato nella giunta Fasulo vice sindaco e assessori erano di Federico, Ferracane, Daleo, Costa e consiglieri di pinuzzu. Ora Scerra scopre l’acqua calda

  2. Scerra ma di cosa parla!! Il protocollo lo hanno firmato i suoi amici.
    Ed è stato la fine di eni a gela. Abbia l’umiltà di stare zitto almeno. Grazie.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here