La maggioranza approva l’assestamento di bilancio, “giallo” sull’immediata esecutività

 
0
In aula l'assestamento di bilancio

Gela. In aula consiliare, l’assestamento generale per il bilancio 2021-2023 e per la salvaguardia degli equilibri dell’esercizio 2021 è stato approvato nell’arco di pochi minuti, oltre al voto su un debito fuori bilancio. La maggioranza, con dodici sì, ha dato seguito all’atto finanziario portato all’assise civica dai tecnici del settore e dall’assessore Danilo Giordano. Si tratta di un provvedimento che tocca anche gli stanziamenti ricevuti dal Comune per l’emergenza Covid e che la stessa maggioranza vorrebbe in parte usare come fondo per ridurre la terza rata Tari. Il presidente dell’assise civica Salvatore Sammito si è visto però costretto a convocare, d’urgenza, tutti i capigruppo, sospendendo temporaneamente i lavori, perché i dodici sì non sono bastati a far passare l’immediata esecutività del provvedimento, così come ha spiegato il segretario generale Loredana Patti, rifacendosi ad una normativa che il regolamento dell’assise civica pare non contemplare. In questo modo, l’assestamento non sarebbe immediatamente efficace. I capigruppo stanno valutando il da farsi, anche alla presenza del sindaco Lucio Greco.

Sia sull’atto finanziario che sulla relativa immediata esecutività (richiesta dal capogruppo di “Un’Altra Gela” Giuseppe Morselli), i tre esponenti di opposizione presenti (la grillina Virginia Farruggia, il consigliere FdI Sandra Bennici e il capogruppo di “Avanti Gela” Salvatore Scerra) e l’indipendente Rosario Trainito, hanno scelto di astenersi, pur rimanendo in aula e garantendo il numero legale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here