“Non siamo riusciti a sponsorizzare il nostro governo dei quarantenni”, Di Pietro: “Centro c’è e ora Romano alle Europee”

 
0
I centristi sotto il simbolo Udc hanno appoggiato Spata

Gela. “Probabilmente, non siamo stati bravi a sponsorizzare il nostro progetto di governo della città. Abbiamo messo in campo un governo dei quarantenni che però gli elettori non hanno accolto”. Ennio Di Pietro, tra i riferimenti dell’area centrista locale, ha sostenuto la rinascita dell’Udc, che all’assise civica sarà rappresentato dal neo consigliere Salvatore Incardona. “Bisogna fare i complimenti al nuovo sindaco Lucio Greco – continua – in ogni caso, il progetto centrista prosegue. In consiglio comunale saremo rappresentati da un esponente come Salvatore Incardona e vogliamo ampliare il partito. Dopo dieci anni, ritorna una rappresentanza dell’Udc all’assise civica”. Il gruppo centrista, che si è compattato dopo l’addio di Incardona e Silvio Scichilone a Lucio Greco e la nascita di un polo a supporto del leghista Giuseppe Spata, aveva già indicato in giunta l’ex consigliere comunale Vincenzo Cirignotta, che avrebbe ottenuto anche la vicesindacatura. La sconfitta di Spata ha impedito l’ingresso a Palazzo di Città della compagine a suo sostegno e gli eletti andranno a sedere tra i banchi d’opposizione.

“Non ci fermiamo – conclude Di Pietro – siamo già impegnati a sostenere alle Europee Saverio Romano, che è schierato nella lista di Forza Italia”. Domenica, invece, il coordinamento cittadino e provinciale dell’Udc ospiterà in città la candidata al parlamento europeo Dafne Musolino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here