Sette progetti con i fondi Fsc, Di Paola: “Anche maggioranza contro governo Musumeci”

 
0
Di Paola fu tra i primi a segnalare le intenzioni della Regione

Gela. “E’ stata un’azione forte, con la maggioranza che è andata anche contro le scelte che erano state formalizzate dal governo regionale”. Il deputato regionale grillino Nuccio Di Paola fa parte della commissione bilancio Ars che negli ultimi giorni ha dato parere favorevole sulla riprogrammazione dei progetti da finanziare con fondi Fsc. Un totale di quasi 800 milioni di euro, che per la città coprivano solo il progetto di ampliamento della discarica Timpazzo, da quindici milioni di euro. L’amministrazione comunale ha tentato la carta della trattativa e coinvolgendo i deputati del territorio è riuscita ad avere l’appoggio per l’inserimento di sette progetti, per un totale di sedici milioni di euro. “La commissione ha riprogrammato progetti per 160 milioni di euro – aggiunge Di Paola – significa che abbiamo rivisto tante scelte del governo regionale, con precise osservazioni. Chiaramente, l’ultima parola spetta al governo Musumeci, ma sarebbe grave che non venissero seguite osservazioni approvate dalla stessa maggioranza del presidente. Anche il deputato Michele Mancuso, di Forza Italia, che è nella maggioranza, in sostanza ha espresso posizioni diverse rispetto alle iniziali scelte del governo regionale”. I progetti locali inseriti nella programmazione Fsc 2021-2027 sono quelli tagliati nel programma del “Patto per il Sud” e che tante polemiche avevano sollevato. “I fondi Fsc, tra le altre cose, sono subito utilizzabili, a differenza della programmazione dei Poc, che invece è molto più lenta – aggiunge Di Paola – per noi, è un risultato molto importante, che servirà al territorio, in attesa di capire se anche il governo regionale prenderà in considerazione quello che abbiamo deciso”.

Ieri, il deputato regionale Michele Mancuso ha annunciato la mossa della commissione bilancio, dopo interlocuzioni con l’amministrazione comunale, della quale Forza Italia è parte integrante. Sui forzisti si erano concentrate le critiche più dure, dopo i definanziamenti degli scorsi anni. Nell’ordine, i progetti “riattivati” sono “Una via tre piazze”, la riqualificazione urbana Manfria-Roccazzelle, quella del lungomare, la realizzazione di 840 colombari a Farello, l’asilo di via Albinoni, il percorso agility a Macchitella e il tetto della scuola di Albani Roccella.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here