Giro di incontri Greco-alleati, presidenza ad “Un’Altra Gela” e assessore bis per gli “Azzurri” di Mancuso?

 
0
Mancuso non vede prospettive di dialogo a livello locale con la Lega

Gela. Ufficialmente, la parola d’ordine è “nessun incontro”. In realtà, la maggioranza del sindaco Lucio Greco sta stringendo i tempi, anche se non c’è un termine preciso, per chiudere le partite della presidenza del consiglio comunale e della giunta. Gli “arcobaleno” del neo sindaco rivendicano visibilità e la giusta collocazione. Ogni pezzo dell’alleanza non vuole rimanere indietro rispetto ai compagni d’avventura. In giornata, si sono susseguite riunioni, più o meno allargate, con i gruppi che hanno contribuito al successo elettorale, portando in dote al sindaco un bottino di voti non da poco. Né gli esponenti di “Un’Altra Gela” (la lista di riferimento del primo cittadino) né quelli di “Azzurri per Gela” (ispirata dal deputato regionale Michele Mancuso e da altre anime di centrodestra) sembrano intenzionati ad accettare soluzioni di ripiego. Hanno portato voti e si aspettano il giusto riconoscimento. La presidenza dell’assise civica potrebbe essere una “pratica” da sbrigare tutta in casa “Un’Altra Gela” (anche se Vincenzo Cascino ci starebbe ancora provando). Il sindaco e i suoi hanno sul tavolo la disponibilità di Salvatore Sammito, il più suffragato in assoluto nella coalizione di maggioranza, e quella di Giuseppe Morselli, che è il referente principale del gruppo di Sicilia Futura. Nelle ultime ore, ci sono stati nuovi incontri. Un giro di consultazioni che ha riguardato principalmente i “papabili” di “Un’Altra Gela” e “Azzurri per Gela”. In città si è visto il deputato forzista Michele Mancuso e non sono mancati i vertici “futuristi” che sponsorizzano Morselli. Se la presidenza dell’assise civica toccherà alla civica di Greco, allora i candidati di Mancuso potrebbero ottenere il via libera ad un secondo posto in giunta, dopo quello dell’avvocato Nadia Gnoffo, pare assolutamente non messo in discussione.

L’attuale coordinatrice cittadina di Forza Italia (in quota Mancuso) e il vice sindaco in pectore Terenziano Di Stefano sembrano gli unici assessori designati prima del ballottaggio a guardare già all’avvio dell’attività istituzione a fianco del primo cittadino. Per gli altri posti si starebbe trattando. Il gruppo di “Una Buona Idea” (con tre consiglieri comunali) ha già in tasca la vicesindacatura di Di Stefano, gli alfieri di “Un’Altra Gela” e “Azzurri per Gela” si muovono tra presidenza dell’assise civica e altri spazi in giunta, i dem invece attendono che Greco tenga fede ai patti (almeno per un posto da assessore), seguiti a ruota dai referenti della lista “Impegno Comune-Popolo della Famiglia”. Ufficialmente, nessun incontro. Gli “arcobaleno”, invece, scalpitano tra una riunione e l’altra, così da tirare le somme prima possibile.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here