I maltesi in città per la Madonna delle Grazie e la villa comunale è una discarica

 
4
Cumuli di rifiuti tra i viali della villa comunale Garibaldi

Gela. Mentre la delegazione del governo maltese, questa mattina, è stata ricevuta in pompa magna da una giunta al gran completo, a pochi metri dalla chiesa dei Cappuccini i rifiuti fanno bella mostra. Cumuli, addirittura, tra i viali della villa comunale, lungo il tragitto della processione del 2 luglio, in onore della Madonna delle Grazie. Proprio i maltesi sono arrivati per renderle omaggio e partecipare alle celebrazioni.

Gli avventori del “giardino” comunale, invece, devono fare i conti con rifiuti di ogni tipo, accatastati lungo quello che, sulla carta, dovrebbe essere il polmone verde della città. Per ora, assomiglia più a una discarica abusiva, nel bel mezzo della celebrazione religiosa, seguita da migliaia di fedeli.

4 Commenti

  1. Maledetti e facchini chi compie questo gesto, i gelesi che compiono questo gestito siete cosa di abitare in mezzo al deserto perché non avete nessun diritto di avere una cittadinanza. Mi fa rabbia, vorrei essere io per un mese il sindaco ci penserei io come combattere queste gente maleducata e poco rispettosa. Gela per favore cambia

  2. Maledetti e facchini chi compie questo gesto, i gelesi che compiono questo gestito siete cosa di abitare in mezzo al deserto perché non avete nessun diritto di avere una cittadinanza. Mi fa rabbia, vorrei essere io per un mese il sindaco ci penserei io come combattere queste gente maleducata e poco rispettosa. Gela per favore cambia

  3. Giusto perché si parla della villa comunale ci sarebbe da dire che è tutto pieno di escrementi e poco curato. Poi non capisco perché nessuno prende provvedimenti dato che entrano con i motorini, macchine e cani senza guinzaglio. Di male in peggio mi vergogno di essere Gelese

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here