Pro e contro la giunta, Sicilia Futura è due partiti in uno: la “guerra” in casa

 
3
Il capogruppo di Sicilia Futura Giuseppe Ventura

Gela. Dovevano essere l’alternativa ai dem, nel tentativo di prendersi la leadership di un centrosinistra locale, da tempo in convalescenza. Da settimane, però, tra le fila di Sicilia Futura domina solo lo scontro interno, almeno nel gruppo consiliare. Mentre i dirigenti locali hanno scelto il silenzio, in attesa di un chiarimento, annunciato ma non ancora praticato, in aula consiliare ci sono due gruppi in uno. Da un lato, Sicilia Futura d’opposizione, con gli ex dem Giuseppe Ventura e Antonino Biundo, insieme a Cristian Malluzzo; dall’altro, invece, c’è Sicilia Futura che appoggia la giunta, oramai ufficialmente, con l’ex Polo Civico Sandra Bennici. La guerra interna è conclamata. L’ultimo capitolo della saga, i futuristi l’hanno scritto durante la discussione dell’atto di indirizzo che getta la “croce” sulle spalle del vicesindaco Simone Siciliano, accusato di una gestione fallimentare del servizio rifiuti (con i cumuli in strada che sono diventati un’emergenza e un maxi debito da dieci milioni di euro). Sicilia Futura all’opposizione, per bocca del capogruppo Giuseppe Ventura, si è nuovamente scagliata contro Siciliano e il sindaco Domenico Messinese, accusati di aver creato il disastro rifiuti. Proprio Ventura non ha lesinato invettive politiche, indirizzate al duo di giunta. Sicilia Futura che ha scelto la via della “collaborazione”, invece, si è scagliata sì, ma contro l’ex amministrazione comunale, quella della quale faceva parte proprio Ventura, che aveva la delega ai rifiuti. Sandra Bennici, nel suo intervento, è partita dal “peccato originale”, quello dell’ex giunta Fasulo che, nel passaggio al sistema di raccolta differenziata, ha iniziato a pesare sulle casse dell’ente, con debiti fuori bilancio che ancora oggi sarebbero una palla al piede per il municipio. Insomma, un attacco diretto al suo stesso capogruppo, che insieme all’allora sindaco Angelo Fasulo guidò il passaggio alla differenziata.

Qualcuno ha già deciso…Ventura (che comunque non ha rilasciato dichiarazioni ufficiali) ha sbottato in aula. “O io oppure lei”, questo l’aut aut arrivato dal capogruppo, che forse è quasi un invito ai dirigenti locali del movimento di Salvatore Cardinale. Sarebbe ora che si decidesse il da farsi. O con l’amministrazione comunale oppure all’opposizione. Bennici ha già le idee piuttosto chiare. Ha fatto il gran rifiuto e non riconosce Ventura come capogruppo. “Dovrebbe lasciare quel ruolo – ha detto a conclusione della seduta dell’assise civica di mercoledì sera – non condivide le posizioni del gruppo con nessuno”. Sicilia Futura, sempre che il progetto di Cardnale non sia servito solo a piazzare nuovamente la figlia Daniela alla Camera (peraltro tra le fila del Pd), è ad un bivio. Con la giunta oppure all’opposizione. Probabilmente, alcuni grandi vecchi che si sono intestati il movimento in città hanno già preso posizione, decidendo di collaborare con l’amministrazione comunale. Qualcuno darà l’addio? Per ora, prevale il silenzio.

3 Commenti

  1. Ventura alle regionali secondo me non ha fatto un figurone, con il PD che è riuscito ad eleggere Arancio ormai I vari Ventura e Fasulo sono in enorme difficoltà e Cardinale da Mussomeli la figlia la piazzata e adesso che ruolo hanno i vari Ventura e Biundo in un movimento che di fatto è svuotato? Poi vedremo posso sbagliarmi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here