Spari a Farello, Di Noto ammesso all’abbreviato: è accusato del tentato omicidio Peritore

 
0
Di Noto è stato ammesso al giudizio abbreviato

Gela. E’ stato ammesso al giudizio abbreviato, come chiesto dalla difesa sostenuta dall’avvocato Flavio Sinatra. Il trentaseienne Luigi Di Noto, davanti al giudice dell’udienza preliminare Marica Marino, deve rispondere del tentato omicidio del trentottenne Benito Peritore. A maggio, è stato raggiunto da alcuni colpi di fucile, al culmine dell’ennesima lite proprio con Di Noto. L’imputato avrebbe condotto Peritore in una zona isolata, nei pressi del cimitero Farello per poi fare fuoco. La vittima ha riportato ferite ad un braccio ed è riuscito a raggiungere il pronto soccorso dell’ospedale Vittorio Emanuele. Di Noto è accusato non solo del tentato omicidio ma anche del possesso di armi e munizioni, ritrovate dai carabinieri che l’hanno arrestato dopo poche ore dai fatti.

I pm della procura hanno chiesto e ottenuto il giudizio immediato e dal gup sarà il sostituto Luigi Lo Valvo a rappresentare l’accusa. Benito Peritore, invece, è parte civile, assistito dall’avvocato Maurizio Scicolone. Le richieste del pm e la discussione della difesa sono previste per dicembre.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here